Calenda: “Vedo dalle parti della sinistra una grande confusione tra qualunquismo e progressismo”

17

ROMA – “Vedo dalle parti della sinistra una grande confusione tra qualunquismo e progressismo. La differenza fondamentale è l’obiettivo: assistenza/dipendenza o emancipazione attraverso istruzione e cultura. Noi sappiamo da che parte stare”. Così il leader di Azione, Carlo Calenda, ospite questa sera di “In onda” su La7.

L’ex ministro dello sviluppo economico ha parlato anche dell’esecutivo nascente: “Per 10 anni Giorgia Meloni ha spiegato che i tecnici erano il male assoluto per l’Italia. Ora nel suo governo ci saranno anche loro. Al di là della coerenza, mi preoccupa sapere che cosa farà contro il caro bollette o se sulle pensioni seguirà le promesse di Salvini e Berlusconi”.