Carfagna: “Fare in modo che la legge sull’autonomia differenziata non aumenti i divari”

12

NAPOLI – “Bisogna fare in modo che la legge sull’autonomia differenziata non aumenti i divari, non li consolidi e non li cristallizzi. Se va in questa direzione, va contro tutto il lavoro che il Governo Draghi ha impostato sin dall’inizio del suo insediamento”. Lo ha detto il ministro per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna, oggi a Napoli, dove ha partecipato alla cabina di regia su Bagnoli.

“E’ evidente che uno degli elementi dirimenti per evitare che l’autonomia cristallizzi i divari è l’approvazione e la definizione dei Lep. I fondi – ha sottolineato Carfagna – devono essere trasferiti alle realtà territoriali non più sul principio della spesa storica, che ha alimentato divari e disuguaglianze in questi anni, ma sulla base dei fabbisogni e dei livelli essenziali delle prestazioni. Abbiamo dimostrato che è un lavoro complicato e che c’è bisogno della collaborazione del Ministero dell’Economia, ma non è un lavoro impossibile perché siamo riusciti a definire e finanziare tre livelli essenziali delle prestazioni: quello per gli asili nido, quello per il trasporto scolastico degli studenti con disabilità e quello per gli assistenti sociali. Lo abbiamo fatto grazie alla sensibilità del ministro Franco ma soprattutto grazie a una visione che abbiamo di Paese che cresce solo se cresce in unità. Se alimentiamo le contrapposizioni tra Nord e Sud non è solo il Sud a pagare un prezzo, ma l’intero Paese”.