Caro prezzi: è boom delle App salva-portafogli

14

ROMA – Cibo recuperato, abiti riciclati, auto condivisa: i prezzi volano ed è caccia al risparmio. E’ corsa all’utilizzo delle App ‘salva-portafogli’, che offrono soluzioni per chi è in difficoltà o vuole mantenere in equilibrio il bilancio familiare. Insomma, sotto il peso di inflazione e bollette alle stelle, gli italiani hanno impugnato lo smartphone e sembrano aver trovato un modo per limitare la morsa dei rincari. E’ un nuovo modo di consumare. E i dati sono record per ogni tipologia di spesa: da Auting (car sharing) a Vinted (abiti usati) fino a TooGoodToGo, che evita ogni giorno lo spreco alimentare e – specchio dei tempi – vede lievitare quotidianamente i propri utenti di 6.000 unità.

A registrare dati record è TooGoodToGo, l’applicazione che consente a pasticcerie, panetterie e supermercati di vendere le eccedenze alimentari a un terzo del loro valore. Nel solo mese di settembre sono circa 500 mila i pasti salvati dal macero, contro i 350 mila di media. La crescita di 6.000 utenti al giorno, che si registra nelle ultime sei settimane, raddoppia il dato di luglio che ne vedeva ‘solo’ 3.000. Dal piatto a tavola al trasporto su gomma. I numeri sono importanti anche per Auting, l’unica piattaforma italiana di car sharing tra privati, pronti a condividere la propria auto altrimenti ferma in garage.

A settembre ha triplicato il numero dei suoi utenti. A godere dei benefici della sharing economy, arrivano gli oltre 40 mila utenti di Auting, la piattaforma di “car sharing peer-to-peer”. Consumo responsabile anche nel campo della moda. Cresce anche Vinted, l’app di compravendita di vestiti usati: sono 6,5 milioni gli italiani che scelgono di guadagnare qualche euro extra con gli scarti del proprio armadio o di risparmiare con un consumo responsabile. Vinted è ormai un colosso internazionale del “second hand”.