Catalfo: “Le imprese possono destinare una quota parte delle ore alla formazione dei lavoratori, paga lo Stato”

ROMA – “Per contrastare il rischio di un aumento della disoccupazione, oltre alla proroga dello stop ai licenziamenti per altri 3 mesi, è stata inserita nel decreto una misura da me fortemente voluta grazie alla quale le imprese possono destinare una quota parte delle ore alla formazione dei lavoratori, che saranno pagate dallo Stato (compresi i contributi previdenziali e assistenziali) grazie ad un apposito “Fondo formazione” finanziato con 230 milioni di euro”.

E’ quanto scrive su Facebook il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo (foto), in merito al Decreto Rilancio.