Cingolani: “Sul rigassificatore di Piombino troveremo un accordo”

24

ROMA- “Credo che il rigassificatore sia uno strumento essenziale per garantire la sicurezza energetica nazionale e sono sicuro che pur comprendendo le istanze dei territori e cercheremo in tutti i modi di favorire, per primi sono i territori che si rendono conto che sia cruciale. Dovrà essere fatto di tutto per aiutare questi territori e questo è un patto di reciproco rispetto”.

Lo ha sottolineato il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani (foto), in conferenza stampa al termine del Cdm che ha approvato il Dl Aiuti ter, sottolineando come per Piombino “troveremo sicuramente un punto d’arrivo, perchè la posta in gioco è molto seria e molto alta”.

E infine: “Vorrei ricordare che soprattutto il rigassificatore di Piombino verrà posto lì per tre anni, è una infrastruttura galleggiante, e questo è stato fatto apposta nell’ottica di un sistema provvisorio che durerà 8-12 anni”.