Colomba e uovo di cioccolata: la guida all’acquisto

24

ROMA – Pasqua, corsa all’acquisto di colomba e uovo di cioccolata. Per guidare i consumatori nel processo di acquisto, Altroconsumo ha provveduto ad effettuare una rilevazione dei prezzi di 45 marche di colombe e uova di cioccolato industriali in 25 negozi e supermercati di Roma e Milano e in sei importanti shop online.

Quest’anno il mare dei prezzi dei dolci pasquali è particolarmente mosso, con differenze di costi per lo stesso prodotto che superano l’80% e marche che sfidano la tempesta dei prezzi stracciati con cartellini cinque volte più alti di quelli di altre referenze, magari meno blasonate ma altrettanto godibili (come i panettoni, anche le colombe sono soggette a un disciplinare che stabilisce uno standard qualitativo minimo da rispettare).

Per una colomba classica da un chilo si spende da un minimo di 2,74 euro a un massimo di quasi 17 euro, con una differenza del 520%. Per quanto riguarda i prezzi delle uova di Pasqua variano moltissimo a seconda del tipo di sorpresa e in base al punto vendita: puntare sulle offerte delle catene di supermercati può rivelarsi utile. In questo periodo si parla molto di rincari dei prodotti alimentari.

Per questo motivo, Altroconsumo ha messo a confronto i cartellini di questi dolci da ricorrenza con quelli rilevati nel 2013. Il prezzo medio delle uova di cioccolato in nove anni è calato del 10%, passando da una media di quasi 50 euro al chilo nel 2013, a una media attuale di 45 euro. Salgono invece del 40% i prezzi medi delle colombe, ma scende del 10% il prezzo minimo rilevato. Questo significa che ora, a differenza di nove anni fa, la concorrenza delle catene a colpi di offerte permette ai consumatori di spendere meno. A patto, però, di saper cogliere la proposta più conveniente.