Comparto olivicolo 2021, confronto tra le regioni produttive del nord est e la Slovenia

59

oliveti trentino

Giovedì 17 febbraio, alle ore 16, incontro tecnico rivolto agli operatori del comparto olivicolo del nord Italia e della Slovenia

Per il comparto olivicolo il 2021 è stata un’annata caratterizzata da un’alternanza di produzione che ha interessato tutte le regioni del nord Italia e la Slovenia. In Trentino i quasi 1500 olivicoltori dell’Alto Garda hanno prodotto, su una superficie di circa 500 ettari, 169,7 tonnellate di olive, rispetto alle 3.962,3 tonnellate del 2020, con una resa in olio del 13,43% per un totale di 22,8 tonnellate. I fattori che hanno comportato questa notevole riduzione di prodotto sono allo studio della Fondazione Edmund Mach che sta mettendo a punto un piano di studio per poter attuare strategie di contrasto.

Il tema dell’alternanza della produzione, che ha interessato anche l’annata 2019, è al centro dell’incontro in programma giovedì 17 febbraio, alle ore 16, sul canale youtube della Fondazione Edmund Mach, un incontro alla sua seconda edizione che vedrà confrontare le regioni produttive del nord est italiano e della Slovenia sulla annata olivicola appena conclusa e sulle prospettive per il 2022.

Il convegno è organizzato in collaborazione tra Fondazione Edmund Mach, Associazione Interregionale Produttori Olivicoli, Centro di Sperimentazione e Assistenza Agricola di Albenga, Associazione Interprovinciale Produttori Olivicoli Lombardi, ERSA Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale del Friuli Venezia Giulia, Istituto Agrario e Forestale di Nova Gorica – Slovenia. Nasce con l’obiettivo di presentare un resoconto finale del lavoro eseguito durante la stagione produttiva 2021, ma vuole dare luogo anche un confronto sui problemi che l’olivicoltura presenta, sull’andamento dei principali patogeni, sulla necessità di ridurre e ottimizzare gli interventi fitosanitari, sulle corrette pratiche agronomiche, cercando di fornire risposte territoriali e precise agli olivicoltori. La collaborazione tra enti che condividono le stesse problematiche proseguirà anche in futuro, mettendo reciprocamente a disposizione le proprie esperienze e conoscenze per affrontare le sfide dell’olivicoltura in modo coordinato, anche secondo quanto richiesto dal Green Deal europeo.

La giornata tecnica, aperta dal Direttore generale FEM, Mario Del Grosso Destreri, sarà moderata dal prof. Lanfranco Conte, presidente della Società Italiana per lo Studio delle Sostanze Grasse che presenterà brevemente l’annata olivicola 2021 in Italia e nell’area mediterranea. Organizzata dal Centro Trasferimento Tecnologico FEM, sarà visibile al seguente link www.youtube.com/fondazionemach
sc

Annata olivicola nelle regioni produttive Nord Italia e Slovenia Giovedì, 17 Febbraio 2022 ore 16:00 – 2a Giornata tecnica

PROGRAMMA

16.00 Saluti di apertura
16.10 L’annata olivicola 2021 in Italia e nell’area mediterranea
Lanfranco Conte, SISSG Società Italiana per lo Studio delle Sostanze Grasse

16.20 Pratiche agronomiche per ridurre l’alternanza di produzione Stefano Pedò, Centro Trasferimento Tecnologico, Fondazione Edmund Mach Enzo Gambin, AIPO Associazione Interregionale Produttori Olivicoli
Gianluca Gori, ERSA – Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale

16.40 Mosca olearia: l’esperienza del nord Italia e nuove modalità di contenimento in Slovenia
Giovanni Minuto, Centro di sperimentazione e assistenza agricola -Albenga, AIPOL Associazione Interprovinciale Produttori Olivicoli Lombardi
Marko Devetak, Istituto Agrario e Forestale di Nova Gorica / Kmetijsko Gozdarskizavod Nova Gorica

17.10 Cascola fisiologica e cascola parassitaria: strategie per la loro limitazione
Paolo Zani, AIPOL Associazione Interprovinciale Produttori Olivicoli Lombardi
Giovanni Minuto, Centro di sperimentazione e assistenza agricola -Albenga, AIPOL Associazione Interprovinciale Produttori Olivicoli Lombardi

17.30 Fitofagi emergenti e impatto sull’olivo: cimice asiatica ed Euzophera spp.
Livia Zapponi, Centro Ricerca e Innovazione, Fondazione Edmund Mach
Deborah Madernini, AIPOL Associazione Interprovinciale Produttori Olivicoli Lombardi

17.50 Patologie e difesa in raccolta e post-raccolta
Antonio Volani, AIPO Associazione Interregionale Produttori Olivicoli
Matjaž Jančar, Istituto Agrario e Forestale di Nova Gorica / Kmetijsko Gozdarskizavod Nova Gorica

18.10 Discussione
18.30 Conclusione

Moderatore: prof. Lanfranco Conte