Comunali Roma, Giuseppetti e Ugolini: “Vogliamo una scuola aperta al territorio”

17

ROMA – “La scuola che vogliamo sarà una scuola aperta al territorio, capace di valorizzare le professionalità di educatrici ed insegnanti e di offrire una progettualità educativo pedagogica ricca e di qualità”. Lo hanno rimarcato la candidata presidente del Municipio XIII di Roma Capitale per il centrosinistra, Sabrina Giuseppetti, e la capolista della Lista Civica Gualtieri, Arianna Ugolini, in occasione di un incontro con i rappresentanti dei genitori dei bambini che frequentano nidi, infanzia e scuole primarie de Municipio XIII Aurelio. All’appuntamento, che si è tenuto nel pomeriggio di mercoledì 22 settembre, erano presenti anche alcune insegnanti.

“In questi ultimi cinque anni in consiglio municipale”, ha esordito Arianna Ugolini, “mi sono sempre occupata di scuola. Le richieste erano sempre legate all’edilizia. Eppure la scuola non è soltanto crisi di strutture e carenza di risorse per la manutenzione: la scuola è progettualità. Riteniamo importante valorizzare le professionalità e il personale che abbiamo nei servizi educativi e coinvolgerlo nella progettualità educativo pedagogica. Solo così avremo scuole di qualità su tutto il territorio. La scuola deve tornare a essere un formatore culturale ed un punto di riferimento per il Municipio”.

Diverse le richieste avanzate dai genitori alla candidata presidente Sabrina Giuseppetti e alla candidata consigliera Arianna Ugolini. Da maggiori risorse e certezze per progetti come “La scuola all’aperto”, alla garanzia di avere maggiori attività extracurricolari.

Scuola e giovani sono al centro del programma annunciato dalla candidata presidente Sabrina Giuseppetti. “Il mio impegno è puntare con decisione al rilancio della scuola”, ha concluso, “convinta che la buona politica e una buona amministrazione possano fare moltissimo. Tra le mie priorità anche quella di dare vita a una consulta municipale della scuola da 0-6 anni, primaria e secondaria per poter permettere di scambiarsi le idee, condividere progetti e facilitare l’orientamento”.