Coronavirus: il 17 marzo 345 decessi e quasi 3.000 nuovi casi [VIDEO]

Coronavirus: il 17 marzo 345 decessi e quasi 3.000 nuovi casi [VIDEO]

I dati sono stati ufficializzati dal Capo del Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli nella conferenza stampa del 17 marzo 2020

ROMA – Si è conclusa da poco la Conferenza stampa del Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, che ogni giorno, ormai da quasi due settimane, ci aggiorna su quelli che sono i dati giornalieri, relativi a guariti, positivi (in isolamento domiciliare con o senza sintomi, ricoverati, con particolare attenzione a quelli che sono in terapia intensiva o sub-intensiva) e morti con Coronavirus e sull’attività svolta per fronteggiare questa terribile epiemia. Nell’occasione il dottor Borrelli é affiancato al Professor Magrini di AIFA e dal Vice Generale aggiunto di OMS.

Si parte subito col numero dei guariti, che oggi sono 192 e fanno salire il numero dei totali a 2.941. Oggi i nuovi casi sono 2.989; il trend é più meno lo stesso dei giorni scorsi. I positivi salgono così a 23.073 di cui: 11.108 sono in isolamento domiciliare (senza sintomi o con sintomi lievi), 2.060 sono in terapia intensiva (dato che resta fermo al 10% del totale come dall’inizio ell’epidemia). I decessi odierni sono, purtroppo, ancora 345; in totale 2.503.

Passando all’attività svolta nella giornata del 17 marzo Il Dottor Borrelli ha detto che prosegue l’alleggerimento degli ospedali: sono state spostate in altre Regioni 3 persone e così il numero di quelli che hanno lasciato la Lombardia é salito a 50 unità.

In campo ci sono ora 4.682 volontari, cui si aggiungono personale sanitario, polizia, Forze dell’Ordine e Forze Armate.

Sono state installate altre 22 tende pre-triage; ora su tutto il territorio nazionale sono 122 mentre 62 tende sono state montate preso le carceri.

Aderendo alla richiesta avanzata a Regione Lombardia, si é deciso di dislocare l’ospedale da campo ANA e montarlo presso l’Ente Fiera di Bergamo.

Sono stati distribuiti 366 ventilatori, in tutte le Regioni; un milione e 400mila mascherine chirurgiche e 50mila occhiali protettivi. Per area un’idea della situazione Borrelli é ricorso a una proporzione. Nella sola Lombardia é stato distribuito il 32,5% del materiale FFP2 e FFP3, il 40% dei guanti momouso e l’80% degli indumenti protettivi.