Covid, Speranza: “Piegata la curva senza misure invasive grazie ai vaccini”

43

Roberto SperanzaPOTENZA – “Riusciamo negli ultimi giorni a piegare la curva” dell’epidemia di Covid-19 “senza aver dovuto ricorrere a misure restrittive particolarmente invasive per la vita delle persone”, considerando che invece “grandi Paesi a noi vicini, penso all’Austria, all’Olanda e anche ad alcune regioni della Germania, sono state costrette per piegare la curva ancora a misure abbastanza vicine al vecchio lockdown”. Lo ha sottolineato il ministro della Salute Roberto Speranza, in un videointervento all’Agorà Pd Basilicata sul tema Pnrr e sanità del territorio.

“Siamo ancora in una fase di lotta contro il Covid – ha spiegato – anche se nelle ultime settimane finalmente vediamo qualche segnale incoraggiante: negli ultimi 7 giorni, in particolare, abbiamo avuto una decrescita dei contagi di circa il 30%, che è un dato assolutamente inedito rispetto alle 9 settimane precedenti in cui c’era stata una crescita molto marcata. Questa fase nuova che si sta aprendo è stata resa possibile da una campagna di vaccinazione straordinaria”, ha precisato Speranza, ricordando che “siamo ormai oltre il 91% delle persone sopra i 12 anni che ha avuto una prima dose, e questo ci sta mettendo nelle condizioni di gestire in modo molto diverso rispetto al passato la stagione del Covid”.

“Noi stiamo riuscendo, lo dico col massimo della cautela – ha aggiunto il ministro – a piegare la curva grazie ai vaccini e ai comportamenti corretti delle persone. L’auspicio” di Speranza “è chiaramente che la curva possa ancora scendere nei prossimi giorni, che ci possa essere un ulteriore alleggerimento dei nostri servizi ospedalieri e sanitari”, perché “questo ci metterà sempre più nelle condizioni di poterci occupare di tutte le altre grandi sfide del nostro Servizio sanitario nazionale”.