Sfregiata a Varese, preso l’aggressore: è un uomo di 50 anni

poliziaVARESE – Un 50enne è stato sottoposto a fermo per tentato omicidio, con l’accusa di aver aggredito e sfregiato a coltellate una ragazzina di 15 anni, lo scorso sabato a mezzanotte nel centro di Varese. L’uomo, come ha reso noto la Procura di Varese, è stato intercettato dagli uomini della Questura di Varese.

E’ stato dunque rintracciato grazie ad una veloce e puntuale indagine il presunto aggressore della quindicenne varesina, ferita al volto e a un braccio dopo una serata trascorsa con gli amici, lo scorso fine settimana. A quanto emerso, fondamentali per l’identificazione del 50enne fermato ieri dalla Polizia sono state le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona dove si è verificata l’aggressione.

Ripercorrendo a ritroso il percorso effettuato dal sospetto, gli inquirenti sono riusciti a recuperare un’istantanea abbastanza nitida per essere confrontata con identikit e altre immagini. Data la dinamica dell’aggressione, le urla e le frasi sconnesse pronunciate dall’uomo, gli investigatori hanno pensato di confrontare i frame acquisiti con pazienti di strutture per patologie psichiatriche del territorio, individuando un sospetto.

Si tratta di un italiano con precedenti di vecchia data, da tempo in cura per problemi psichiatrici. Una volta a casa sua, la Polizia ha trovato e sequestrato la sua bicicletta, gli abiti indossati al momento del ferimento dell’adolescente e un coltello compatibile con le ferite a lei inferte.