D’Alfonso, disegno di legge sulla riproduzione fonografica e audiovisiva degli atti processuali

45

PESCARA – Ieri a Pescara il Presidente della 6a Commissione Finanze e Tesoro del Senato della Repubblica, senatore Luciano D’Alfonso, ha presentato il Disegno di Legge a sua prima firma, in discussione in 2a Commissione Giustizia del Senato, su “Modifiche agli articoli 134, 139 e 141-bis del codice di procedura penale in materia di riproduzione fonografica e audiovisiva degli atti del processo penale e delle dichiarazioni rese nel corso delle indagini preliminari”. Un DDL frutto di anni di riflessione e studio per un rimedio possibile ed efficace al fine di garantire pienamente il cittadino, le cui dichiarazioni vengono assunte nell’ambito delle indagini preliminari dalla polizia giudiziaria.

Una soluzione, quella della videoregistrazione degli interrogatori, che migliorerebbe l’intera fase delle indagini preliminari, precludendo o comunque scoraggiando quei comportamenti che, nell’affanno di conseguire fonti di prova e l’individuazione del colpevole, rischiano di produrre rigidi teoremi inquisitori ai quali le dichiarazioni dei «sentiti» si devono forzatamente conformare, proprio “infettando”, con tale modo di procedere, le importantissime fasi preliminari allo svolgimento del processo.

All’evento informativo, che il Presidente ha tenuto in presenza, hanno partecipato la Prof.ssa Rosita Del Coco, Docente di diritto processuale penale presso l’Università degli Studi di Teramo; in collegamento digitale, il Prof. Marco Pierdonati, docente di Diritto Penale presso l’Università degli Studi di Teramo; in collegamento digitale, il Sen. Salvatore Cucca, Relatore in Commissione Giustizia del Disegno di Legge A.S. 1709 e gli avvocati che hanno collaborato alla stesura della proposta normativa sulla riproduzione fonografica e audiovisiva degli atti processuali.