Di Maio chiude alla Lega: “Con loro finisce qua, si sono autocondannati all’irrilevanza”

ROMA – “Voglio dire qui ufficialmente che per me qualsiasi discorso con la Lega si chiude qui”. Lo dice il capo del M5s Luigi Di Maio, al termine dell’incontro con Roberto Fico. E aggiunge: “Sono passati circa 50 giorni in cui abbiamo provato in tutti modi e tutte le forme a firmare un contratto di governo per il cambiamento del Paese con Salvini e la Lega ma loro hanno deciso di condannarsi all’irrilevanza per rispetto dei loro alleati e del loro alleato invece di andare al governo nel rispetto degli italiani”.

Poi l’ex vicepresidente della Camera ha aggiunto: “Se fallisce questo percorso, per noi si deve tornare al voto. Non sosterremo nessun altro governo, tecnico, di scopo o del presidente”. E spiega: “Abbiamo 338 parlamentari e con questa forza un partito deve dare un governo del cambiamento del Paese, e un governo del cambiamento parte dalle nostre battaglie. Ovviamente con 338 parlamentari non può esistere opposizione, o si va al governo o si torna al voto”.