Discoteche, il Silb farà ricorso al Tar del Lazio per la riapertura

discotecaROMA – Dopo la stretta decisa dal Governo su ballo e movida, i gestori ricorrono al Tar per chiedere l’immediata riapertura delle discoteche.

Il Silb Fipe, associazione italiana imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo, ha deciso di presentare un ricorso immediato al Tribunale amministrativo regionale del Lazio per la riapertura immediata delle aziende, come ha anticipato all’Ansa il presidente Maurizio Pasca: “La discoteca – ha detto – è un grandioso capro espiatorio. Noi non ci sentiamo responsabili. Osserveremo nei prossimi mesi se a discoteche chiuse il ‘contagio’ si fermerà! Lo osserveremo attentamente. E agiremo di conseguenza”.

Gli operatori dei locali da ballo lamentano una perdita di 4 miliardi di euro per il settore. Intanto il Viminale ha scritto ai prefetti per invitarli ad organizzare i servizi sul territorio alla luce delle nuove prescrizioni.