Dl Genova, Toninelli: “Pugno alzato per la gioia per la città”

ROMA – Torna sulle polemiche per il suo pugno alzato ieri in Aula dopo l’approvazione del decreto Genova, il ministro Danilo Toninelli (foto).

“Sono orgoglioso. Se un giornale di Berlusconi mi attacca vuol dire che ho fatto bene”, ha detto a Radioanch’io a chi gli chiedeva se fosse pentito del suo pugno in aula al voto del decreto Genova. “Ho gioito perché abbiamo destinato a Genova 1,1 miliardi. Genova tornerà grande e beĺla. Contegno? Un ministro non deve rubare!”.