Dpcm Natale, Conte: “Dobbiamo scongiurare il rischio di una terza ondata”

72

ROMA – Il presidente del consiglio Giuseppe Conte, presentando stasera il Dpcm di Natale, ha detto che il governo sta “evitando un lockdown generalizzato come quello di primavera, ma nell’imminenza delle festività natalizie dobbiamo prevedere ulteriori restrizioni. La strada per uscire dalla pandemia è ancora lunga: dobbiamo scongiurare il rischio di una terza ondata”.

Il governo, poiché ci troviamo in un regime liberal-democratico, non può imporre nulla ma “raccomanda fortemente” di non spostarsi durante la giornata del 1° gennaio 2021, tenendo presente che nella notte di Capodanno sarà comunque in vigore il coprifuoco dalle ore 22 alle ore 7. “Raccomandiamo fortemente di non ricevere a casa persone non conviventi: è una cautela essenziale non solo per noi stessi ma per proteggere i nostri cari”, ha aggiunto il premier Conte.

Conte ha poi illustrato il piano Italia Cashless che servirà per dare una mano ai negozi “fisici”, visto che la misura non varrà per gli acquisti on line: “Non vogliamo limitare lo shopping”, ha precisato. “Fino al 31  dicembre chi paga con carte e app ha diritto a un rimborso del 10%, una misura per favorire gli esercizi di prossimità”. Insomma, gli italiani saranno chiamati ancora una volta a fare sacrifici: “Occorre impegno e attenzione – ha ribadito Conte – Sarà un Natale diverso da tutti gli altri, ma non meno autentico”.