Elezioni, Pezzopane: “Sconfitta annunciata da tempo, necessario rifondare il Pd”

36

ROMA – La deputata uscente del Partito Democratico, Stefania Pezzopane, boccia su tutta la linea l’operato del Pd parlando di “una sconfitta storica, si chieda scusa e si riparta con umiltà, dalla parte delle persone”. Per l’ex presidente della Provincia dell’Aquila “l’esito delle elezioni politiche purtroppo era ampiamente prevedibile. E non era una questione di sondaggi. La valanga di voti per Giorgia Meloni era percepibile per chi sta tra la gente. Bastava parlare con le persone”.

L’ormai ex parlamentare ha anche alle spalle la delusione delle ultime elezioni comunali, sconfitta in una corsa a sindaco dell’Aquila che ha premiato Pierluigi Biondi, esponente di Fratelli d’Italia. A tale riguardo, dice: “Non può essere la destra a raccogliere il disagio popolare, perché purtroppo questo è avvenuto. Meloni è la vera vincitrice di queste elezioni. Per il Pd la sconfitta è pesante, senza appello. Troppi errori: una linea politica incerta, un’agenda Draghi senza Draghi, un’alleanza debole e contraddittoria, una campagna elettorale senza messaggi forti e senza priorità programmatiche”.

E aggiunge: “L’ossessione della Meloni ho avuto l’impressione che le desse ancora più visibilità e centralità. E poi l’assurda e improvvisa mortificazione del campo largo e la barriera verso Giuseppe Conte, nostro presidente del consiglio della pandemia e del Pnrr. In queste condizioni l’esito era purtroppo scontato”. Per Pezzopane “non è utile scaricare la responsabilità sugli altri. Enrico Letta ha annunciato l’avvio del congresso perché è necessario rifondare e rigenerare il nostro partito. La ripartenza deve essere immediata, non possiamo aspettare”.