Film e docufilm di aprile 2023: calendario uscite in streaming su Nexo+

66

docufilm madonnaArrivano su Nexo+ i docufilm su Michel Petrucciani e su Madonna, Le otto Montagne dal libro di Paolo Cognetti, gli speciali dedicati alle culture dell’Europa dell’Est e alle anime migranti, Passage to Mars con Zachary Quinto e Charlotte Rampling, l’editoriale dedicato agli alberi e al pianeta terra, la playlist per la Giornata Internazionale della Danza. Andiamo a vedere nel dettaglio tutte le principali uscite del mese di aprile 2023.

Dal 1° aprile

Terre promesse, anime migranti

Ci sono storie che paiono raccontare la vita degli altri e invece raccontano la nostra. Non solo per il comune passato di migrazione, ma perché le anime migranti raccolgono sempre in sé un profondo senso di smarrimento e di sradicamento, l’attesa e la ricerca di ogni terra promessa, la nostalgia di ogni patria perduta (e talvolta ritrovata). Dei singoli come dei popoli. Consapevole dell’urgenza sempre più stringente di questo tema, Nexo+ dedica la playlist di apertura del mese a queste anime e a queste persone (che siamo pure noi, oggi come ieri), raccontando le vite nomadi di chi si batte alla ricerca di pace, di chi cerca solo di sopravvivere, di chi trova altrove la propria vera essenza e la propria patria originaria, di chi si divide tra sponde diverse, di spatriati che tornano a casa per ritrovare sé stessi e il senso stesso della propria partenza.  Tra i titoli della playlist: Emigrazione 68 – Italia oltre confine, Matares, Sponde, Manta Ray, Una storia d’amore e desiderio, La Nebbia, The Queen of Spain, Di là dal fiume, Baudelaire e la Venere nera – La musa Jeanne Duval, Nomad, Gauguin a Tahiti, Quello che è – Nuove storie italiane con Antonio Dikele Distefano, Alla ricerca di Vivian Maier, L’uomo che rubò Banksy, El mundo es un balon, Città invisibili 1 e 2, Sicily Jass.

Dal 2 aprile

Sguardi verso Est

Quasi in un album

Sentirai il tuono e mi rammenterai,

penserai: desiderava la bufera…

Anna Achmatova

In un momento in cui l’unità e la pace del vecchio continente paiono temi complessi e miraggi lontani, Nexo+ propone un approfondimento che ripercorre, senza alcuna pretesa di completezza, alcuni momenti delle storie, delle culture e delle relazioni dei paesi dell’Est europeo. Perché contro le dittature e le guerre non c’è antidoto migliore delle parole e delle riflessioni dei grandi scrittori, dei registi, dei pensatori liberi che fanno della cultura la loro sola, significativa bandiera.

Tra i titoli proposti: Revolution. La nuova arte per un mondo nuovo, Ermitage. Il potere dell’arte, Tutti gli Uomini di Stalin, Barenboim e il concerto per il muro di Berlino, Vladimir Horowitz a Mosca, Dracula l’eterno, Marina Abramović: The Artist Is Present, The Other Side of Everything di Mila Turajlić, The Father di Kristina Grozeva e Petar Valchanov, On the Edge – Sul filo della lama di Eduard Bordukov, Honeyland di Tamara Kotevska e Ljubo Stefanov, 1945 di Ferenc Torok, La Casa lungo il fiume di Emanuela Audisio e Didi Gnocchi, La mia Transiberiana di Elisabetta Sgarbi, L’altra rivoluzione Gorkij e Lenin a Capri, L’Armata Rossa – Un secolo di lacrime e sangue, Chris The Swiss di Anja Kofmel.

Dal 6 aprile a noleggio

Le otto montagne

Regia di Felix van Groeningen, Charlotte Vandermeersch

Con Luca Marinelli, Alessandro Borghi, Filippo Timi, Elena Lietti, Elisabetta Mazzullo

Pietro è un ragazzino di città, Bruno è l’ultimo bambino di uno sperduto villaggio di montagna. Negli anni, Bruno rimane fedele alle sue montagne, mentre Pietro è quello che va e viene. Il loro incontro li porterà a sperimentare l’amore e la perdita, riconducendo ciascuno alle proprie origini e facendo sì che i loro destini si compiano, mentre i due scopriranno cosa significa essere amici per sempre. Dal romanzo Premio Strega di Paolo Cognetti.

Dal 6 aprile, omaggio a Raffaello a 540 anni dalla nascita

Raffaello. La stanza della segnatura

Regia di Elisabetta Sgarbi

Per la prima volta è stata concessa una ripresa integrale della Stanza della Segnatura, in Vaticano. Un occhio puntato sui più famosi affreschi di Raffaello, che contrassegnano la fase matura dell’epoca rinascimentale. La logica della visione è qui l’indugio sui particolari, realizzato attraverso un mosaico di primi piani che restituisce la perfetta geometria della concezione originale di Raffaello. Sulle musiche di Matteo Ramon Arevalos, scopriamo i testi di Giovanni Reale ed Elisabetta Sgarbi, con la voce di Andrea Renzi.

Dall’8 aprile, a 50 anni dalla morte di Pablo Picasso

Hitler contro Picasso. L’ossessione nazista per l’arte

Regia di Claudio Poli

Chagall, Monet, Picasso, Matisse, Klee, Kokoschka, Otto Dix, El Lissitzky. Toni Servillo racconta gli artisti messi al bando, condannati eppure anche trafugati, sottratti, scomparsi. Sono trascorsi 80 anni da quando il regime nazista bandì la cosiddetta ‘arte degenerata’, organizzando nel 1937 a Monaco, un’esposizione pubblica per condannarla e deriderla.

Dal 9 aprile

Visioni d’autore

In che modo i grandi registi posano il loro sguardo sulla realtà che li circonda? Con quale poetica raccontano la vecchiaia nel mondo contemporaneo, i sentimenti ambivalenti della maternità, il confronto con le dittature, il desiderio di libertà, i disastri della crisi ambientale? Una playlist costruita per stimolare la riflessione e il confronto, con titoli di Herzog, Elio Petri, Kim Ki-Duk, Ettore Scola, Alan Gilsenan, Richard Linklater, Paolo Virzì, Florian Zeller…

Dal 12 aprile

Passage to Mars

Regia di Jean-Christophe Jeauffre

Con Zachary Quinto, Charlotte Rampling

Prima che possa arrivare su Marte, l’uomo deve conquistare l’Artico. La storia vera di sei uomini che intraprendono un viaggio insidioso di 2000 miglia attraverso la tundra del Passaggio Artico a nord-ovest, un viaggio alieno sul pianeta terra progettato per preparare gli astronauti della NASA per un’eventuale missione su Marte. Una spedizione che sarebbe dovuta durare solo poche settimane diventa un’odissea di due anni, durante la quale l’equipaggio dovrà superare sfide apparentemente insormontabili e condizioni potenzialmente letali. Quest’avventura mozzafiato è narrata da Zachary Quinto, con la partecipazione di Charlotte Rampling e Buzz Aldrin.

Dal 15 aprile

World Art Day

In occasione del World Art Day indetto da UNESCO e proprio nella settimana del miart, la fiera internazionale di arte moderna e contemporanea di Milano, Nexo+ propone una selezione dei migliori documentari su pittori, scultori, fotografi, performer: una celebrazione dell’arte in tutte le sue forme. Da Bosch, Tintoretto, e Botticelli all’avanguardia di Balla, Rotella e Penone, fino alle performance di Abramovic e Vezzoli, un percorso attraverso i secoli che mette in luce le innumerevoli connessioni tra arte, realtà, società.

Tra i titoli proposti: Bosch – Il giardino dei sogni, Alla ricerca di Vivian Maier, Botero – Una ricerca senza fine, Le ninfee di Monet – Un incantesimo di acqua e luce, Modigliani – Principe bohémien, Ossessione Vezzoli…

Dal 17 aprile

Michel Petrucciani. Body and Soul

Regia di Michael Radford

Con Michel Petrucciani, Lionel Belmondo, Eugenia Morrison

La vita e la carriera del grande compositore e pianista jazz Michel Petrucciani, scomparso nel 1999 appena trentaseienne. Una ricca collezione di interviste e materiali di archivio ci racconta la storia di un uomo dall’incredibile talento, che ha sconfitto un pesante handicap fisico per diventare un gigante della musica.

Dal 22 aprile, in occasione della Giornata Mondiale Terra

“La voce degli alberi”

Nexo+ impara dal pianeta. In occasione della Giornata Mondiale della Terra, la redazione di Nexo+ ha raccolto una serie di documentari che ci mostrano come, se rimaniamo per un po’ in silenzio ad ascoltare, il pianeta Terra abbia già tutte le risposte alle domande che ci poniamo. Un omaggio a questa giornata di riflessione ma anche a un libro intitolato Albero Madre, scritto dall’ecologista Suzanne Simard. Docente alla British Columbia, nel 1997 la Simard pubblicò su Nature un articolo in cui dimostrava qualcosa di inatteso: gli alberi comunicano tra loro attraverso un’immensa rete di funghi sotterranei. Una scoperta avrebbe riscritto uno dei paradigmi della teoria evoluzionistica. Perché Simard suggeriva che la vicinanza, la collaborazione, la diversità, l’inclusione garantivano la vita e il benessere dei grandi boschi. E se valesse lo stesso anche per gli esseri umani? Tra titoli proposti: Ghiaccio Fuso, Muschio, Saving Paradises, Piante cinesi – La natura che viene da lontano, One Life, La Terra degli Orsi, Paolo Cognetti. Sogni di Grande Nord, God Save the Green, Viva gli antipodi.

Dal 23 aprile

Madonna & The Breakfast Club

Regia di Guy Guido

Con Jamie Auld, Madonna

Madonna and the Breakfast Club ricostruisce, tra testimonianze e interviste, ma anche attraverso scene di finzione, il periodo in cui Madonna Ciccone faceva parte della formazione dei Breakfast Club, una band formata da Dan Gilroy e Stephen Bray, ex ragazzi di Madonna, Ed Gilroy, Gary Burke e Paul Kauk. Con Bray, una volta diventata famosa, Madonna firmerà alcuni dei suoi più grandi successi, tra cui Into the Groove, True Blue ed Express Yourself e il loro rapporto artistico si concluderà dopo la realizzazione dell’album Like a Prayer. Un documentario che racconta la New York degli Anni Settanta, incentrandosi sulla figura della pop star Madonna alle sue origini.

Dal 23 aprile, in occasione della Giornata Mondiale del Libro

“Silenzio, si legge”

Libri per pensare, immaginare, creare, ascoltare. Nexo+ rende omaggio alla lettura e ai lettori con una carrellata di contenuti sui grandi scrittori (Salinger, Orwell, Buzzati, Cognetti, Harper Lee, Bukowski, Garcia Lorca, Whitman, Emily Dickinson), sugli incontri più belli dello scorso Salone del Libro di Torino di Nicola Lagioia (con il Nobel Annie Ernaux, Saviano, Ghosh, Erri De Luca, Herzog, Jennifer Egan), sui film ispirati a grandi romanzi (La Figlia Oscura di Elena Ferrante, Io sono l’abisso di Donato Carrisi, The Door di Magda Szabó…)

Dal 29 aprile, in occasione della Giornata Mondiale della Danza

“Ricordati che sei stato selvaggio”

Una playlist per celebrare l’arte di Tersicore, tra balletti classici e contemporanei, performance e omaggi. Per ricordarci sempre, come faceva Isadora Duncan, che siamo tutti stati selvaggi un tempo.

Tra i titoli proposti: Josephine Baker – Libertà e provocazione, Fuoriscena, Kemp – My Best Dance is Yet to Come, The Queen of Silence, Sexxx