Fontana: “In Lombardia corsi anti violenza sulle donne a scuola”

17

MILANO – “La nostra amministrazione regionale è in prima linea in questa battaglia, con il ‘Piano quadriennale regionale per le politiche di parità e di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne 2020-2023’. Quest’anno amplieremo il raggio d’azione di questa misura, aumentandone la dotazione finanziaria disponibile e attivando dei corsi specifici nelle scuole lombarde”. Ad annunciarlo è il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, intervenendo oggi in Consiglio regionale, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

“In quei mesi la Lombardia è stata la regione italiana con il maggior numero di chiamate effettuate al 1522 – ha osservato il presidente – Un dato, quest’ultimo, che evidenzia come in Lombardia la sensibilizzazione e il livello di conoscenza di importanti strumenti di contrasto alla violenza siano elementi che con efficacia sono entrati a far parte della vita dei cittadini lombardi. Di grande rilievo è altresì l’istituzione del ‘Codice Rosso’, riforma del 2019, la cui finalità è stata quella di garantire l’immediata instaurazione e la progressione del procedimento penale, per pervenire all’adozione di provvedimenti ‘protettivi o di non avvicinamento”. Per il governatore lombardo si tratta di “una riforma giusta ma che deve essere implementata e alla quale è necessario aggiungere strumenti per essere ancora più incisiva”.