Franceschini inserisce nelle nuove norme del Fus la categoria autonoma “jazz”

96

ROMA – Tra i beneficiari del Fondo unico per lo spettacolo (Fus) del 2021 è stata inserita anche la musica jazz. Lo rivela il ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, dopo la richiesta rivolta al titolare del Mibact da Jazz Italian Platform, pubblicata su facebook e sottoscritta dai principali musicisti di jazz, da Enrico Rava a Stefano Bollani, Danilo Rea, Enrico Pieranunzi, Fabrizio Bosso, e tanti altri, di rivedere la bozza sui criteri di distribuzione del fondo in cui era equiparato alla musica pop e rock.

“Il mondo del Jazz credo sappia quanto ho voluto da ministro che vi fosse quel riconoscimento della sua importanza e qualità che è ingiustamente mancato per anni – dice Franceschini – Anche per questo ho inserito nel Fus 2021 per la prima volta la categoria del jazz. Per tutte queste ragioni sarebbe bastata una semplice telefonata, prima di mobilitazioni e raccolte firme, per sapere che da giorni la bozza, che prevedeva una unica nuova categoria per jazz e musica rock e pop, è stata modificata creando due distinte categorie, di cui una esclusiva appunto per il jazz”.