Il futuro di Zanellato è nelle mandorle: ecco perchè

76

zanellato ingrediente segreto

Una concia senza cromo, che incorpora le mandorle e il loro guscio in un nuovo processo rivoluzionario, sostenibile ma qualitativamente eccellente al tatto e alla vista

Franco Zanellato, fondatore del marchio omonimo Zanellato e mente creativa dietro l’iconica Postina bag, ha deciso di puntare tutto su una concia davvero pura rispetto a quella tradizionale; ci sono voluti otto anni dedicati alla ricerca e allo sviluppo per poter davvero parlare di sostenibilità e concretizzare l’impegno per contribuire in prima fila a lasciare un futuro migliore in eredità alle prossime generazioni.

Zanellato ha scelto la lunga veduta e oggi condivide con il mondo la sua idea per il futuro del settore: una nuova miscela vegetale, cromo free e con un livello di aldeidi uguale a quello presente in natura, il cui segreto sta in un ingrediente sorprendente: la mandorla e la sua scorza.

Il riutilizzo degli scarti alimentari dà quindi vita alla concia Luxethic: una concia che si pone come alternativa sia a quella convenzionale con cromo sia a quella altrettanto dannosa alle aldeidi.

Sostenibile e salutare, talcata al tatto e dal profumo di chiodi di garofano e olii essenziali di marsiglia, prossima al non essere inquinante e non cancerogena sono le caratteristiche uniche di questo pellame rivoluzionario. La grana è più raffinata e, soprattutto, la borsa risulta più leggera in quanto il peso delle pelli impiegate arriva fino al 20% in meno di una borsa in concia classica.

Il futuro Luxethic di Zanellato vede l’artigianalità e il culto del bello intrecciarsi con un atteggiamento rivoluzionato nell’approccio alla produzione e con la primavera estate 2022 arriverà la vera rivoluzione: a partire da questa stagione infatti, il 63% dei pellami Zanellato, saranno realizzati con la concia Luxethic.

Il prossimo obiettivo poi dell’azienda è di arrivare a produrre il 100% dei propri prodotti tramite la concia Luxethic entro il 2023.