Governo: Renzi, ‘Accordo sui contenuti. Non farò il ministro’

36

ROMA – Continua la tensione all’interno del governo con Italia Viva. E ieri in tarda serata il leader di Iv, Matteo Renzi, è tornato a bacchettare il governo: “Noi in Italia abbiamo qualche problema in più, la maglia nera del rapporto fra morti e popolazione, con un livello di decessi inaccettabile, non andiamo benissimo con i vaccini. In termini tecnici la situazione è un disastro”, ha detto Renzi a Quarta Repubblica, su Rete 4. “Ma certo che non faccio il ministro, si rende conto se dopo tutto questo casino mi metto d’accordo con Conte per fare il ministro?”, ha precisato.

“Se Conte ha i numeri per governare senza di noi, evviva. Non sarò complice di uno spreco di denaro pubblico”, ha aggiunto Renzi. “Contarsi in Parlamento? Facciamolo. Quand’è la data del Parlamento, quando è la riunione? L’ho letto anche io che ha detto ci vediamo in Parlamento. Ci vediamo. Per me non è una minaccia, è democrazia. Conte doveva venire in Parlamento quando si parlava di Bilancio, invece di fare conferenze stampa con Casalino”.

E in ultimo un attacco al commissario Arcuri: “Chi è Arcuri, Superman? Le mascherine le gestisce Arcuri, i vaccini Arcuri, gli facciamo condurre anche questa trasmissione?”. Sul Recovery, dice il leader di Iv, “il governo non ci ha risposto. La narrazione è che dico una cosa e tutti mi attaccano perché dicono: è Renzi che lo dice. Stavolta l’ho messo nero su bianco. Perché l’Italia funzioni ho messo una serie di puntini. Quello che dico è vero o no? La questione non è Renzi o non Renzi. Questi punti sono veri o no? Non sto facendo una battaglia personale. Per ora non ho ottenuto nulla”.

E ancora: “Possiamo stare sui contenuti? Vaccini: si può fare meglio sì o no? Quando siamo d’accordo sui contenuti poi scegliamo le persone. Secondo me i ministri che ci sono ora non sono i migliori del mondo, secondo il presidente del consiglio sì. Però sarà il presidente del consiglio, che sia Conte o sia un altro, lo vedremo…”.