Green pass, dal 1° giugno stop per l’ingresso in Italia

18

ROMA – Scade oggi, 31 maggio, l’ordinanza del Ministro della Salute che prevede il Green pass per entrare in Italia. La misura della certificazione verde Covid-19 per l’ingresso nel nostro Paese non verrà prorogata. Lo rende noto l’ufficio stampa del Ministero della Salute.

Ricordiamo che dal 1° maggio, nel nostro Paese, è stato dato l’addio al green pass ma non alle mascherine. È infatti caduto l’obbligo di esibire il certificato verde in quasi ogni situazione ma, alla luce dell’alto numero di contagi, è rimasto l’obbligo di mascherine in numerose circostanze, “almeno fino al 15 giugno”, come chiarito dal ministro Roberto Speranza.

Allo stato attuale, per quanto riguarda i luoghi di lavoro pubblici, l’uso delle mascherine FFP2 è raccomandato, in particolare, per il personale a contatto con il pubblico sprovvisto di idonee barriere protettive, per chi è in fila a mensa o in altri spazi comuni, per chi condivide la stanza con personale “fragile”, negli ascensori e nei casi in cui gli spazi non possano escludere affollamenti.