“Guerra e fame”, tornano le inchieste di PresaDiretta

21

ROMA – Un nuovo ciclo di PresaDiretta sui temi più caldi e complessi della realtà che ci circonda. La squadra di Riccardo Iacona ha lavorato sulle scelte cruciali che abbiamo di fronte: le grandi questioni economiche, le scelte energetiche tra gas, nucleare e rinnovabili e la strada verso l’indipendenza europea dal gas russo, la corsa alle armi e le politiche europee sui migranti, le nuove fratture geopolitiche.

Con GUERRA E FAME riparte PresaDiretta lunedì 29 agosto alle 21.20 su Rai3. Una puntata dedicata alla guerra del grano innescata dal conflitto in Ucraina, ma anche dai cambiamenti climatici e dagli speculatori. Un effetto domino che ha prodotto un’ondata di carestie e tensioni sociali nei Paesi già poveri, il rincaro per la spesa alimentare che mette in difficoltà le famiglie di tutta Europa e fatto emergere le contraddizioni del modello agricolo dell’Occidente, che produce e spreca troppo.

PresaDiretta è andata in Ucraina, uno dei principali produttori al mondo di cereali, a vedere le conseguenze dirette della guerra sulla produzione e sul raccolto. La riapertura dei porti ucraini alle navi che trasportano il grano risolverà la crisi mondiale? E poi in Libano, dove la mancanza di farina e il costo dell’energia per fare il pane rischiano di mandare il Paese in default.

Secondo la Banca Mondiale, ogni aumento di 1 punto percentuale dei prezzi dei prodotti alimentari spinge 10 milioni di persone in condizioni di povertà estrema. Perché allora il rincaro del cibo spesso non ha nulla a che fare con la carenza di quel prodotto? C’è chi si arricchisce sulla fame del mondo? Banche, assicurazioni, hedge fund, fondi pensione, fondi di investimento sono diventati i grandi protagonisti del mercato finanziario delle materie prime. Con quali effetti?

Come vengono distribuiti i sussidi europei all’agricoltura e agli allevamenti, chi ci guadagna davvero e chi viene penalizzato? PresaDiretta è stata in Ungheria, dove la maggior parte della terra è nelle mani di grandi latifondisti, la speculazione sui terreni agricoli è diffusa, i piccoli agricoltori stanno scomparendo e l’agricoltura biologica è minima rispetto a quella intensiva. Chi si oppone al progetto di una nuova politica agricola europea più sostenibile per l’ambiente?

Ospite in studio con Riccardo Iacona Maurizio Martina vicedirettore generale della FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura. Un nuovo ciclo di PresaDiretta, otto grandi appuntamenti, dal 29 agosto ogni lunedì, in prima serata, su Rai 3. GUERRA E FAME è un racconto di Riccardo Iacona con Marcello Brecciaroli, Elisabetta Camilleri, Daniela Cipolloni, Lisa Iotti, Elena Marzano, Irene Sicurella, Fabio Colazzo, Raffaele Manco, Massimiliano Torchia.