Il mercato bitcoin: in continua crescita

mercato bitcoinNel corso del 2017 il mercato di questa moneta digitale è stato caratterizzato da una crescita non poco rilevante. Infatti, le quotazioni da un valore di 800 dollari hanno raggiunto un picco di 20.000 dollari. In base al report Fundstrat Global Advisor, il mercato del bitcoin ha visto una rivalutazione di 590 miliardi dollari della capitalizzazione. Sempre in base al report, il governo americano incasserà da questo fatturato, imposte pari a 25 miliardi di dollari.

Che cosa è il bitcoin?

Il bitcoin è una moneta digitale, ovvero un criptovaluta, fondata da un inventore anonimo, noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Questa moneta entra nel mercato a partire dal 2009 e non è emessa da banche o alcun tipo di autorità centrale. L’unica legge a cui è sottoposta, questa valuta, è quella della domanda e offerta. Infatti, il valore di essa viene determinato dall’entità dei scambi che avvengono sul mercato, tracciati da un database. Quest’ultimo usa dei algoritmi specifici che gestiscono gli aspetti funzionali della criptovaluta, come la generazione di nuove unità di moneta.

Il bitcoin non ha sempre visto giorni felici

Grandissimi investitori, come il miliardario George Soros, e Jamie Dimon, CEO della JP Morgan, hanno rivalutato le loro opinioni. Infatti, entrambi gli investitori inizialmente avevano bocciato gli investimenti in questa valuta. Alla fine di gennaio 2018, Soros, ha sostenuto che le criptovalute potrebbero essere una possibile causa di bolle speculative. Invece, Dimon, ha addirittura minacciato i licenziamenti ai propri dipendenti che investivano in bitcoin. Entrambi gli investitori, hanno cambiato la propria marcia, e hanno deciso di investire in questa moneta attraverso i propri fondi.

Bitcoin trading

Una differenza tra la criptovalute e le valute legali, è che le prime hanno un limite. Ovvero, si è sempre a conoscenza di quante unità sono in circolazione, perfettamente prevedibile e conosciuta dai soggetti proprietari. Per scambiare bitcoin, basta andare sul sito ufficiale di bitcoin e trasferire l’ammontare di valuta desiderato attraverso un codice detenuto da ogni soggetto. Il bitcoin trading funziona come il trading nelle valute legali. Quindi, per investire in bitcoin online basta scegliere un broker, creare un conto online di trading ed investire. È possibile possedere questa moneta virtuale, attraverso una e-mail e password, che può essere utilizzata per pagare beni e servizi con le società convenzionate.

Perché investire con il bitcoin

Dato che il bitcoin è un bene scarso, ovvero limitato, come l’oro, da ciò è dovuto il suo alto valore. Attraverso questa moneta è possibile trasferire moneta in tutto il mondo con una e-mail, ma l’unico problema è che questa valuta non è disponibile in egual modo in tutti i paesi. Poiché, la sua disponibilità è anche legata fortemente all’uso di internet. Le tre valute con le quali è maggiormente scambiato il bitcoin sono: il dollaro, l’euro e lo yuan cinese. Non è influenzato dall’inflazione e dalle cattive politiche monetarie governative. La valuta, inoltre, è riconosciuta a livello internazionale sia dai enti governativi che dai sistemi bancari. Motivo per cui, le leggi che regolano il bitcoin trading sono le stesse che regolano il trading classico. In conclusione, la criptovaluta sta diventando una parte rilevante della finanza attuale, rappresentando un’opportunità aggiuntiva per investire, che vale la pena prendere in considerazione.

NOTA: Le informazioni pubblicate su questo articolo hanno finalità informativa, e/o pubblicitaria/promozionale e non sono in alcun modo da intendersi né come consulenza né come sollecitamento all’investimento. Le attività di trading comportano un alto livello di rischio e non sono adeguate a tutti gli investitori.

PR