Imbrattati con svastiche gli striscioni del sistema sanitario regionale a Roma Termini, la condanna di Zingaretti

29

ZingarettiROMA – “Questa notte gli striscioni del sistema sanitario regionale appesi fuori all’hub vaccinale di Termini, sono stati imbrattati con delle svastiche. Dei poveri vigliacchi. Un gesto vergognoso. Un simbolo di morte in un luogo che rappresenta il ritorno alla speranza e alla vita. Domani, 2 giugno, festeggiamo la nostra Repubblica, in questi giorni stiamo distribuendo ai maturandi vaccinati la copia della Costituzione. Loro sono l’esempio dell’Italia che lotta, resiste e riparte, certo non lo sarà mai chi disegna una svastica. Spero che i responsabili siano individuati ed assicurati alla giustizia”.

Così Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio ed ex segretario del Pd.