Incassi box office, “Gli anni più belli” di Muccino resta in testa

ROMA – ‘Gli anni più belli’, il film di Gabriele Muccino, racconto corale dell’amicizia di quattro persone nell’arco di quarant’anni, dal 1980 ad oggi, tornato al cinema dopo il blocco per la pandemia, è saldo al primo posto tra gli incassi del fine settimana, secondo i dati Cinetel. I numeri sono infinitamente piccoli e questo è noto: solo 930 sale aperte in tutta Italia al momento e un crollo rispetto all’estate di un anno fa (che pure è un periodo difficile storicamente) del 93,57% con 261mila 511 euro (erano 4 milioni 69mila l’analoga settimana di un anno fa). Dunque il commovente affresco di Muccino nel weekend ha incassato 13mila 446 euro arrivando a 5 milioni 517mila sul totale, programmato in 54 sale.

Più curiosa è la classifica frutto di una programmazione di recuperi di film, ‘ricicli’ intelligenti alla ricerca di un pubblico che abbia voglia di tornare in sala e soprattutto in attesa di uscite di nuovi film al momento sostanzialmente ferme. Ecco così sbucare un film uscito il 9 gennaio: Piccole Donne che dal 21esimo posto della scorsa settimana è salito al secondo, programmato in 23 sale, con 11mila 221 euro incassati e al terzo La Belle Epoque, addirittura uscito il 7 novembre, e giunto nel weekend al terzo posto dal 43/mo con 10mila 67 euro d’incasso.