Innovazione: Pisano, “Educazione e formazione tecnologica fin dalle elementari”

25

ROMA – “Quando ci sono grandi innovazioni, queste scoperte non si limitano ad aggiungere una novità all’esistente ma lo plasmano, gli danno una nuova forma, contenuti nuovi, che esigono nuovi pensieri e nuove forme organizzative della società e anche nuove forme di governo”. Lo ha affermato la ministra dell’Innovazione, Paola Pisano, all’evento #Sios20 It’s all about digital di StartupItalia, spiegando che di fronte alla tensione della società che “da un lato difende se stessa, dall’altro è affascinata dall’innovazione” il governo ha deciso di “provare a incentivare l’innovazione”.

La ministra cita la “regolamentazione agile”, in particolare, per le sperimentazioni delle innovazioni di frontiera, e le misure per portare le startup all’interno della pubblica amministrazione. Poi parla dell’importanza “dell’educazione e della formazione tecnologica” fin dall’infanzia.

“Bisogna iniziare a costruire percorsi di crescita – dice Pisano – fin dai primi anni delle elementari affinché i nostri ragazzi imparino il linguaggio delle macchine e dei computer, altrimenti resteremo sempre nelle mani di qualcuno che questo linguaggio lo sa parlare molto meglio di noi e ci faremo coinvolgere in delle scelte che non sono scelte consapevoli”.