L’Aquila, Quagliariello: “Salvare ripresa e ricostruzione dalla tempesta perfetta”

14

L’AQUILA – “La ripresa e la ricostruzione sono due priorità, ma per metterle in sicurezza è necessario compiere ogni sforzo per scongiurare la ‘tempesta perfetta’ che una miscela esplosiva tra contingenze internazionali e scelte passate segnate da ideologia e inettitudine potrebbe determinare”. Lo dichiara il senatore Gaetano Quagliariello, coordinatore di ‘Italia al Centro’ e referente nazionale della lista ‘L’Aquila al Centro’.

“In particolare nel settore dell’edilizia e del suo enorme indotto – spiega Quagliariello – c’è il problema del rincaro vertiginoso dei prezzi; c’è il problema della carenza di manodopera determinato dal combinato disposto tra il reddito di nullafacenza e la scelta di aver spalmato le tempistiche di attuazione delle agevolazioni in un arco troppo ristretto, con tutte le storture e le difficoltà che ne conseguono; c’è il problema dei debiti incagliati, perché quando con gli incentivi fiscali si cimentano forze politiche ideologiche e completamente inconsapevoli delle dinamiche di mercato, si fissano parametri inappropriati con il risultato di creare vere e proprie ‘bolle’ la cui esplosione farebbe danno a tutti”.

“Tutto questo – aggiunge il senatore – per la portata delle misure messe in campo e l’indotto che esse coinvolgono, rischia di mettere a repentaglio la ripresa e in una città come L’Aquila ciò significa bloccare la ricostruzione. Il problema è generale e investe l’intero Paese, ma è evidente che nei crateri sismici l’impatto è enorme e può danneggiare al tempo stesso i cittadini, le imprese e lo Stato. Cercare una soluzione per salvare le potenzialità di questa fase storica ammortizzando le difficoltà internazionali e depurando le misure messe in campo dalle storture normative anti-mercato è un tema di cui ci stiamo già occupando. Nell’intraprendere il suo secondo mandato, nell’ambito delle sue competenze, far sentire la sua voce con ancora più forza dovrà essere fra i primi impegni dell’amministrazione comunale dell’Aquila”.