“Leonora Addio”, il nuovo film di Paolo Taviani

62

ROMA – “Leonora Addio”, il nuovo film del maestro Paolo Taviani, debuttera’ al cinema dal 17 febbraio. 01Distribution. Unico film italiano in concorso alla 72esima edizione di Berlinale – Berlin International Film Festival, la pellicola (che richiama il titolo di una novella pirandelliana, ma si concentra su altro) racconta la rocambolesca avventura delle ceneri di Luigi Pirandello e il viaggio, movimentato e surreale, dell’urna da Roma (dove rimane “provvisoriamente”, al Verano, una decina d’anni) ad Agrigento, fino alla tribolata sepoltura avvenuta dopo quindici anni dalla morte.

Una storia che sembra scritta con ironia dalla stessa penna del drammaturgo agrigentino e che si intreccia con l’ultima novella ideata da Pirandello venti giorni prima di andarsene: “Il chiodo”, dove il giovane Bastianeddu, strappato in Sicilia dalle braccia della madre e costretto a seguire il padre al di là dell’oceano, non riesce a sanare la ferita che lo spinge ad un gesto insensato. Ed è così, con l’ultimo racconto di Pirandello, che si chiude il lungometraggio.

Nel cast figurano Fabrizio Ferracane, Matteo Pittiruti, Dania Marino, Dora Becker e Claudio Bigagli, e con la voce di Roberto Herlittzka. Che cosa resta oggi di Pirandello, premio Nobel 1934? Moltissimo. E Paolo Taviani traduce in maniera audace questo lascito eterno, attraverso un (doppio) film che si alimenta di continue suggestioni, letterarie, storiche, cinematografiche, finendo per fondere – come sintetizza il regista stesso – “la verità della cronaca con un’altra verità, quella del film”.