M5s: D’Incà, “Chiediamo rispetto ma il governo non è in discussione”

14

ROMA – “Il Movimento è la prima forza del Parlamento ed ha sempre avuto responsabilità visto che sono 4 anni che siamo al governo ed in due abbiamo avuto Conte alla guida. Abbiamo affrontato le problematiche della pandemia, la ricostruzione con il Pnrr sempre con la massima responsabilità. Chiediamo rispetto dello sforzo fatto in questi anni che è costato molto in termini di sacrificio. Dall’altra parte non si mette in discussione il governo anzi vogliamo continuare a proporre miglioramenti a testi e normative a partire dal caro bollette ed energia che sono alla base del malcontento delle persone”.

Lo ha affermato il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, a ‘Radio anch’io’ su Radio 1, parlando delle tensioni interne alla maggioranza sull’aumento delle spese militari. “Noi – ha proseguito – chiediamo di verificare i punti che ci stanno particolarmente a cuore come è stato fatto visto che andiamo verso una maggiore gradualità nella spesa delle armi ed è il modo corretto di affrontare questo momento difficile. Credo che possiamo continuare a lavorare come abbiamo fatto in modo ottimo con il governo Conte con il Pd così alle prossime amministrative cercheremo di portare candidati sindaci comuni”.

Parlando del voto sul decreto Ucraina, D’Incà ha aggiunto: “Abbiamo votato un decreto importante che va incontro alle problematiche che stiamo affrontando a causa della crisi in Ucraina. L’unico che ha votato contro del Cinque Stelle è Vito Petrocelli su cui il Movimento sta valutando le possibili conseguenze”.