Manovra, Rifondazione Comunista: “No al blocco delle pensioni”

ROMA – Rifondazione Comunista sostiene la mobilitazione di domani, 28 dicembre, dei sindacati dei pensionati con presidi in tutta Italia. Maurizio Acerbo (foto), segretario nazionale PRC-Se, afferma:

“Per non far pagare più tasse ai ricchi – come vorrebbe la nostra Costituzione – si blocca la rivalutazione delle pensioni di lavoratrici e lavoratori che hanno versato i contributi. Questo governo – come quelli del PD e di Berlusconi – non aumenta aliquote su redditi alti e non introduce patrimoniali su grandi ricchezze. Doveroso segnalare che gli strepiti di Forza Italia e PD sono ridicoli, visto che loro hanno già bloccato le rivalutazioni in passato”.