Mattarella: “Dalla formazione gli antidoti a odio e pregiudizio”

MILANO – La formazione “deve suscitare spirito critico e senso di responsabilità che sono i veri antidoti a odio e pregiudizio”, ha spiegato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante l’inaugurazione dell’Anno accademico della Bocconi di Milano, rifacendosi a quanto detto dal presidente dell’Ateneo, Mario Monti. In un passaggio del suo intervento, il Capo dello Stato ha ringraziato la senatrice a vita Liliana Segre per i suoi stimoli a “non rimanere inerti” davanti a odio e pregiudizio.

“Credo di poter dire, oltre a rendere l’Italia un po’ più europea, Lei ha evitato al nostro Paese alcune pericolose sbandate”. Così il presidente della Bocconi, Mario Monti, nel ringraziare il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, in un passaggio del suo intervento all’inaugurazione dell’anno accademico.

“Con la persuasione o con il richiamo, esercitato talora in frangenti difficili, Lei è riuscito a rendere più consapevoli le forze politiche che l’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea non è solo la realizzazione di un ideale condiviso da tanti italiani, ma è anche un argine contro alcune turbolenze esterne e uno stimolo a decisioni più ponderate a livello nazionale”, ha sottolineato Monti.