Mattarella: “I migranti sono i nuovi schiavi, nessun Paese è immune da questa violazione della dignità umana”

MattarellaROMA – “La schiavitù ha rappresentato una delle maggiori vergogne dell’umanità. Oggi, Giornata mondiale contro la tratta di esseri umani ci impone di ribadire la condanna e la battaglia contro ogni forma di schiavitù, vecchia e nuova”.

Lo afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella (foto), ponendo l’accento sul fatto che “terreno agevole per queste nuove forme di schiavitù è il fenomeno migratorio”.

“Nessun Paese – avverte – è immune da questa sistematica violazione della dignità umana” e nessuno deve avere “la tentazione di guardare altrove”.