“Me, Myself and I”: in passerella a Roma la celebrazione del sé

58

Il 12 luglio appuntamento annuale con i giovani designer della sede romana dell’Istituto è dedicato all’indipendenza e alla libertà espressiva

me myself and iROMA – Una moda coraggiosa, che celebra l’indipendenza e la libertà. Idee creative che superano tendenze e movimenti, che si staccano da cliché legati ad arti, generi ed epoche per esprimere, con chiarezza, sé stessi. È questo il fil rouge che unisce le creazioni delle studentesse e degli studenti dei corsi Triennali di Fashion Design e di Design del Gioiello IED Roma, che mercoledì 12 luglio, alle 19.00, porteranno in passerella nella suggestiva cornice dei giardini della sede romana, abbracciati dall’acquedotto romano che ne disegna i confini.

Un lavoro corale, dal titolo “Me, myself and I”, con al centro l’indie fashion, che parte dallo studio e dal recupero del vintage per valicarlo tramite una rielaborazione personale. “I progetti sposano perfettamente il trend dell’independent fashion. Utilizzano sapientemente elementi che appartengono al passato e lo reinventano, con lo sguardo puntato sul futuro”, ha commentato Paola Pattacini, coordinatrice della Scuola di Moda IED Roma. “Lo spirito del fashion show di quest’anno unisce ai temi centrali della sartorialità e dell’indipendenza, anche l’introspezione dei giovani designer, che hanno il coraggio di esprimere i loro valori in libertà”.

In passerella, quindi, anche una generazione che sta sviluppando nuovi modelli sociali, sempre più inclusivi. Tra i temi dei progetti spiccano la celebrazione del femminile, la lotta al femminicidio, il superamento dell’identità di genere. Temi che ambiscono a una rivoluzione sociale, attraverso contesti in cui la moda ha un ruolo cruciale e potenzialità altissime. È la scelta di cosa indossare che ha ucciso Mahsa Amini? Se lo chiede la designer Ban Zsofia Klara nel progetto L’Amore Superbaby, perché tra abusi e femminicidi, l’abito viene spesso strumentalizzato quando si parla di violenza di genere. Il suo progetto è un inno alla libera espressione della femminilità attraverso capi che mixano elementi di costume ottocentesco a texture e forme più contemporanee. Nel progetto L’autre moi, lo studente Luca Di Giacomantonio esplora invece le definizioni di identità di genere, per vincerle. Considerando l’evoluzione che ha subito l’arte del travestimento, dalla fotografia del ‘900 a oggi, la collezione contamina e mescola elementi sartoriali definiti storicamente come maschili e femminili per creare un incontro tra arti, generi ed epoche. Il progetto Vitruviana, di Maria Chiara Sorbino, in riferimento alla celebre opera rinascimentale di Leonardo da Vinci, è invece un viaggio attraverso il concetto di perfezione e trasformazione di un corpo. È così che al centro del famoso cerchio si iscrive una figura femminile simbolo di perfezione celeste e terrena, perno centrale del mondo. Nel dialogo tra il corpo rinascimentale e contemporaneo, i canoni storicamente legati alla perfezione e i codici utilizzati da Da Vinci lasciano il posto a un corpo imperfetto e consapevole. Infine, la designer Giorgia Scuderi porta in passerella l’orgoglio delle Riot Girl, con il progetto Riot ZZZ, una collezione che attraverso silhouette anni ’90 dal sapore grunge/punk, mette in scena l’emancipazione femminile.

TUTTI I FASHION SHOWS IED 2023

La Scuola di Moda del Gruppo IED presenta nei mesi di giugno e luglio le ultime collezioni disegnate dai diplomandi 2023. Installazioni, performance e sfilate diventano un palcoscenico per raccontare le contaminazioni, le interpretazioni e il linguaggio dei designer di domani. Il calendario di eventi si è aperto con la sfilata di IED Barcelona Fashioners of the World, lo scorso 12 giugno nell’iconica sala da ballo La Paloma, e con l’installazione Transitions presentata da tutto il Gruppo a Firenze in occasione di Pitti Uomo 104, con la mentorship di Lucy Orta. 28 e 29 giugno sono le date dedicate a IED Avant Défilé 2023, l’evento graduate IED Milano all’Arco della Pace (Dazio di Levante) aperto alla città. Il 4 luglio otto collezioni di moda realizzate da IED Madrid e selezionate da oltre 120 esperti del settore calcheranno la passerella di Nave 16 del Matadero. L’11 luglio la fashion performance Passaggi Urbani al Porto Urbano dei Murazzi del Po di Torino darà vita ai progetti dei diplomandi IED Torino e sarà raccontata in un video. Infine, il 12 luglio i giardini della sede IED Roma ospiteranno la sfilata Me Myself and I, mentre chiude il calendario il fashion show IED Cagliari con una sfilata nel Teatro Lirico della Città.