Montecitorio in prima linea per la riduzione dei consumi energetici, la Camera aderisce a “M’illumino di meno”

31

ROMA – Si rafforza l’impegno della Camera dei deputati per ridurre i consumi energetici in tutte le proprie sedi. Il Collegio dei Questori ha deciso oggi una nuova misura tesa al risparmio e all’efficientamento energetico. Verrà anticipato di un’ora lo spegnimento degli impianti termici e della climatizzazione degli ambienti, con un taglio stimato dell’1,2% dei consumi elettrici.

Insieme alla sostituzione dei corpi illuminanti con quelli a LED e all’aumento dei meccanismi di illuminazione automatica, che si attivano solo all’accesso degli utenti, la misura decisa oggi permetterà di consolidare la tendenza degli ultimi quattro anni, che ha visto la Camera ridurre costantemente i consumi elettrici. Solo nel 2021 sono stati tagliati di oltre il 13% rispetto al 2017.

Con questo spirito e forte dei risultati raggiunti, la Camera dei deputati aderisce anche quest’anno alla campagna “M’illumino di meno”, promossa dalla trasmissione “Caterpillar”, di Radio2 Rai. Venerdì 11 marzo, dalle ore 19 alle 22, resterà spenta l’illuminazione delle due facciate di Piazza Montecitorio e di Piazza del Parlamento e verrà ridotta quella dei corridoi e del Transatlantico.