Neo direttori dell’area corporate Rai, Fedeli: “Su 7 persone non c’è neanche una donna”

10

ROMA – “In queste ore l’amministratore delegato della Rai Carlo Fuortes ha comunicato i nomi dei neo direttori dell’area corporate dell’azienda. Tutti coperti da risorse interne della Rai ma anche, sette su sette, tutti uomini. Un’oggettiva, incomprensibile, ingiustificabile rimozione delle tante e qualificate competenze femminili che anche a livello dirigenziale il servizio pubblico può vantare. Vorrei conoscere, e provvedere formalmente in questo senso con un quesito ad hoc in Vigilanza, quali sono stati i curriculum valutati e le motivazioni di una scelta chiaramente discriminatoria”. Lo afferma su Facebook Valeria Fedeli, senatrice del Pd ed ex ministra dell’istruzione.

“Non è questo l’indirizzo che la nuova governance si era impegnata a seguire”, aggiunge. “Escludere completamente le donne dalle nomine di vertice non è mai accettabile ma lo è ancor meno per un’azienda che ha il dovere di rappresentare, guidare, sostenere un cambiamento culturale anche e soprattutto in senso paritario. Un vulnus e un ostacolo molto grave sul percorso di rilancio e rinnovamento del servizio pubblico. Senza competenze femminili non c’è infatti crescita sostenibile e innovativa”.