Nervi Music Ballet Festival 2022: tra gli ospiti Roberto Bolle e Eleonora Abbagnato

105

Si svolgerà ai Parchi di Nervi dal 26 giugno al 29 luglio. Non solo danza ma anche musica con Ermal Meta e teatro con Tullio Solenghi

Eleonora Abbagnato
Eleonora Abbagnato – Ph Rolando Paolo Guerzoni

GENOVA – Una celebrazione della creatività coreutica e musicale del nostro tempo, con ospiti – compagnie danzatori, direttori, solisti e orchestre – di alto profilo artistico, provenienti da ogni latitudine del pianeta, nella spettacolare cornice naturalistica dei Parchi di Nervi a Genova.

Entra in scena domenica 26 giugno 2022, con un’anteprima nei giorni 11, 12, 13 giugno, il Nervi Music Ballet Festival 2022, dedicato agli appassionati di balletto classico-romantico e di balletto contemporaneo, oltre che del grande repertorio sinfonico. 16 appuntamenti e un’anteprima distribuiti sull’arco di un mese, con spettacoli in prima e in unica data italiana, in un contesto che conferma la sua vocazione quale luogo elettivo d’incontro del grande pubblico con le arti performative.

Promosso dal Comune di Genova con il patrocinio della Regione Liguria e di Rai Liguria, in collaborazione con il Ministero Italiano della Cultura, il Nervi Music Ballet Festival 2022 è realizzato dalla Fondazione Teatro Carlo Felice grazie al supporto del main partner Iren, dell’official sponsor e food partner Esselunga, del premium sponsor Banca Passadore, technical partner AMT.

«Dopo lo splendido spettacolo di Euroflora i Parchi di Nervi – dichiara il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – ritornano a essere protagonisti con il festival del balletto pronto a partire con l’anteprima dell’11, 12, 13 giugno e una programmazione che andrà avanti fino a luglio. Un festival che è un appuntamento irrinunciabile per Genova e la Liguria, un tassello fondamentale per la cultura e lo spettacolo che quest’anno avrà, tra i protagonisti, tra gli altri, il Balletto nazionale ucraino che interpreterà Giselle domenica 3 luglio. Una Liguria che ancora una volta vuole essere ospitale e prepararsi a un’estate di grandi eventi. Un grazie a tutti gli artisti internazionali e talenti emergenti che saliranno sul palco e alle compagnie e al grande lavoro di squadra che consentirà ancora una volta di poter assistere a una kermesse di livello internazionale in una location unica e suggestiva».

“Il balletto  torna protagonista preponderante di questo Festival come com’è giusto che sia con nomi d’eccellenza come Roberto Bolle e Eleonora  Abbagnato – afferma Ilaria Cavo, assessore alle Politiche culturali della Regione Liguria – ma credo che sia molto bello che a Nervi arrivi anche il corpo di ballo dall’Ucraina, un corpo composto da artisti provenienti da Kiev Kharkiv, Lviv, Odessa che si uniranno in uno spettacolo unico e da vedere. L’appello è di venirli ad applaudire perché è anche facendo vivere la cultura ucraina che sosteniamo quel paese. Noi come Regione l’ abbiamo detto, l’abbiamo già proposto per esempio facendo esibire il coro ucraino, questo è un modo per proseguire con questa impostazione. Nel cartellone del Festival ci sono altri momenti importanti non solo per i grandi direttori d’orchestra, non solo per la grande musica rivolta ai giovani con il concerto di Ermal Meta, ma anche per la grande prosa. In piena coerenza con una progettualità di Regione Liguria che risale al 2016, arrivano i ‘Maneggi per maritare una figlia’. Tutto era partito dal cinquantesimo dalla scomparsa di Gilberto Govi quando fu chiesto a Tullio Solenghi e a Maurizio Lastrico di leggere i testi della grande maschera genovese. Da lì è partito un progetto che il Teatro di Camogli quest’anno ha saputo interpretare, far diventare un vero e proprio spettacolo in cui Tullio Solenghi diventa Govi e non lo si può perdere. E’ lo spettacolo di prosa nei parchi”.

«Il Nervi Music Ballet Festival è espressione della particolare attenzione che la Fondazione Teatro Carlo Felice rivolge alla grande tradizione del balletto classico e alla scena coreutica contemporenea a livello internazionale – afferma il Sovrintendente Claudio Orazi; un’asse portante della mission istituzionale del teatro, che completa la sua vocazione musicale. Siamo lieti di poter presentare una nuova, rigogliosa edizione della manifestazione che è promossa dal Comune di Genova, con il patrocinio della Regione Liguri, in collaborazione con il Ministero Italiano della Cultura e con il patrocinio di Rai Liguria. Desidero ringraziare per il loro prezioso supporto il nostro main sponsor Iren, il nostro official sponsor Esselunga, il nostro premium sponsor Passadore, assieme ai grandi artisti, le compagini ospiti e tutti i lavoratori del Teatro, che rendono quello di Nervi un festival vivo, vitale e proiettato verso il futuro».

Il festival si inaugura con il gala dello Youth America Grand Prix Stars of Today meet the Stars of Tomorrow, che ritorna a Nervi dopo il successo riscosso nel 2021 in occasione dalla sua prima edizione italiana. L’evento che corona il «concorso dei concorsi» del balletto internazionale è una esclusiva per l’Italia. Nel corso della serata, aperta da un grand défilé de ballet intepretato dai partecipanti alle master class in corso dal 20 al 25 giugno al Teatro Carlo Felice – in media 150 allievi ogni giorno, per un totale di oltre 750 presenze sul territorio – le più talentuose promesse del balletto internazionale condivideranno il palcoscenico con alcuni dei ballerini solisti e dei primi ballerini dei maggiori corpi di ballo di tutto il mondo: Jacopo Tissi (Corpo di Ballo del Teatro alla Scala), Luca Acri, Cesar Corrales e Meaghan Grace Hinkis (Royal Ballet), Benjamin Freemantle (San Francisco Ballet), Marcelo Gomes, Alejandro Martínez (Dresden Semperoper Ballett), Polina Semionova (Berlin State Ballet) Elisabeth Beyer e Yuma Matsuura (ABT Studio Company).

Domenica 3 luglio, il capolavoro del balletto classico-romantico Giselle sarà interpretato dal Balletto nazionale ucraino, che nasce dall’incontro delle compagnie e dei solisti dei prestigiosi Corpi di ballo dei Teatri dell’Opera e Balletto di Kiev, Kharkiv, Lviv e Odessa.
Venerdì 8 luglio, la Compañía Antonio Gades fa rivivere in scena il mito di Carmen nell’iconico spettacolo di Antonio Gades e Carlos Saura, che si ispira all’opera di Prosper Merimée, su musiche tratte dall’opera di George Bizet e dei massimi autori della tradizione flamenca. Il programma è presentato a Nervi in unica data italiana.

Per la prima volta in Italia e in data unica a Nervi, giovedì 14 luglio 2022, Cuba Vibra!, il travolgente spettacolo della compagnia Lizt Alfonso Dance Cuba rivela lo «spirito di Cuba» in un’inedita sintesi delle tradizioni di danza e di balletto che compongono la ricca cultura coreutica e musicale dell’isola.

Martedì 19 luglio il Béjart Ballet Lausanne rende omaggio all’arte e alle figure del fondatore e del direttore artistico della compagnia, con un dittico firmato rispettivamente da Maurice Béjart, con Béjart fête Maurice e con il leggendario Boléro, e da Gil Roman, con t ’M et variations… . Il programma è presentato in esclusiva italiana a Nervi.

Sabato 23 luglio Eleonora Abbagnato è la protagonista principale della suite Giulietta, un inedito ritratto coreografico del personaggio shakespeariano che più di tutti ha fatto sognare generazioni di ballerine, e di donne, in tutto il mondo, su coreografie di Sasha Riva e Simone Repele, Uwe Scholz (riprese da Giovanni di Palma).

Mercoledì 27 luglio il gala cult dell’“Étoile dei due Mondi”, Roberto Bolle and Friends approda per la prima volta a Nervi in un’edizione speciale realizzata da Artedanza srl in collaborazione con il Teatro Carlo Felice.

La programmazione concertistica del Nervi Music Ballet Festival punteggia il cartellone d’appuntamenti con il repertorio musicale dell’Ottocento e del Novecento europeo e americano, capolavori dedicati ad una audience curiosa e raffinata che, in più di un caso, richiamano il tema sotterraneo della danza. S’inizia venerdì 1 luglio con Ritratti americani. Il direttore americano Wayne Marshall alla testa dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice presenta un programma incentato sugli universi musicali creati da George Gershwin, negli anni ’30, e da Leonard Bernstein, negli anni ’60, che attingono tanto al ricco melting pot culturale e sonoro americano in continua evoluzione nella prima parte del Novecento, quanto alla monumentale tradizione sinfonica europea.

Venerdì 15 luglio, nel concerto sinfonico intitolato Stagioni il giovane direttore Aram Khacheh alla testa dei Pomeriggi Musicali, solista al violino Gennaro Cardaropoli, propone l’omaggio in controluce a un capolavoro senza tempo, Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi, da parte di Max Richter con l’onirico e minimalistico Recomposed e Astor Piazzolla con Las Cuatro Estaciones Porteñas.

Mercoledì 20 luglio, il concerto del Coro del Teatro Carlo Felice diretto da Claudio Marino Moretti, con Patrizia Priarone al pianoforte, solisti Iolanda Massimo, soprano, Alena Sautier, mezzosoprano, Antonio Mandrillo tenore, Mariano Buccino basso, invita al raccoglimento con l’esecuzione della prima opera sacra del boemo Antonin Dvořák, lo Stabat Mater op. 58, nella versione del 1876.

Il Nervi Music Ballet Festival 2022 si conclude con il concerto intitolato Nuovi mondi, dedicato a due compositori che hanno saputo dischiudere orizzonti sonori e musicali inediti, attraverso opere che restano scolpite nel repertorio sinfonico a perenne memoria di nuove conquiste: Ludwig van Beethoven, con il terzo Concerto per pianoforte e la sinfonia Dal nuovo mondo di Antonin Dvořák.. Sul palco di Nervi una compagine formata da grandi interpreti internazionali dalle comuni radici genovesi: Fabio Luisi, direttore onorario del Teatro, alla testa dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice e, al pianoforte, Massimiliano Damerini.

Il cartellone concertistico presenta anche una serata all’insegna del jazz, domenica 24 luglio, con il concerto del John Patitucci trio, con Rogério Boccato alla batteria, Yotam Silberstein alla chitarra e John Patitucci al basso, le cui linee, tra interpretazione e improvvisazione, si fondono tra loro in un inedito equilibrio musicale, dando vita alle sonorità e ai ritmi brasiliani dell’album Irmão De Fé.

Il Nervi Music Ballet Festival 2022 ospita altri appuntamenti con la musica a partire da mercoledì 6 luglio, con il concerto di Ermal Meta che inaugura il suo tour estivo 2022 a Nervi.

Sabato 16 luglio in programmazione Extra Festival, la Women Orchestra diretta da Alessandra Pipitone presenta il progetto musicale Agenda Concert 2030, ideato dalla cantante solista e compositrice Alessia Ramusino e ispirato agli obiettivi di sviluppo sostenibile declinati dal programma di azione dell’Onu.

Infine, giovedì 21 luglio, Emozioni. La mia vita in canzone, concerto-racconto prodotto e interpretato da Gianmarco Carroccia diffonde e valorizza l’opera di Lucio Battisti e il suo sodalizio creativo con Mogol, che partecipa allo show in veste di voce narrante.

Tra gli spettacoli ospiti, domenica 10 luglio, in una coproduzione di Teatro Sociale di Camogli, Teatro Nazionale di Genova e Centro Teatrale Bresciano, anche la commedia di Niccolò Bacigalupo I maneggi per maritare una figlia, resa celebre dal grande interprete del teatro popolare genovese Gilberto Govi. La pièce sarà interpretata da una giovane compagnia di attori, con la partecipazione di Tullio Solenghi e di Elisabetta Pozzi.

A partire da sabato 11 giugno fino a lunedì 13 giugno, il Nervi Music Ballet Festival 2022 aprirà in anteprima con Il Sogno di Nervi. Memorial del Festival internazionale del balletto, una tre giorni dedicata alla memoria del fondatore del Festival Internazionale del balletto di Nervi, Mario Porcile e alle sue Stelle. Tra le iniziative previste, negli spazi della Palestrina a ponente di Villa Grimaldi Fassio, gli incontri e le master class tenute da alcune delle étoile storiche, Vittorio Biagi, Liliana Cosi, Amedeo Amodio, Loredana Furno, dedicati alle giovani generazioni di danzatori. La ricca programmazione aperta al pubblico comprende la proiezione dei filmati inediti del Fondo Mario Porcile, gli incontri e i dibattiti con i danzatori, le sessioni di master class aperte e le esibizioni di fine corso. Il memorial è prodotto dall’Associazione D’Angel, con la direzione artistica Simona Griggio in collaborazione con il Fondo Mario Porcile e il Nervi Music Ballet Festival.