Nuovi nati, al Nord 1 su 5 ha entrambi i genitori stranieri

ROMA – Tra i nati stranieri in Italia iscritti in anagrafe nel 2017 si confermano al primo posto i bambini romeni (14.693), seguiti da marocchini (9.261), albanesi (7.273) e cinesi (3.869), per un totale di nati rappresentato da queste comunita’ del 51,8% del totale. A rivelarlo e’ il report Istat ‘Natalita’ e fecondita’ della popolazione residente’ anno 2017, presentato nella sede dell’istituto di statistica a Roma.

“L’incidenza delle nascite da genitori entrambi stranieri – si legge nel report – e’ notoriamente molto piu’ elevata nelle regioni del Nord (circa 20,9%) dove la presenza straniera e’ piu’ stabile e radicata e, in misura minore, in quelle del Centro (17%). Nel Mezzogiorno- continua il rapporto- l’incidenza e’ molto inferiore rispetto al resto d’Italia (6,1% al Sud e 5,5% nelle Isole). Nel 2017 e’ di cittadinanza straniera circa un nato su quattro in Emilia Romagna (24,3%), quasi il 22% in Lombardia, circa un nato su cinque in Veneto, Liguria, Toscana e Piemonte. La percentuale di nati stranieri e’ decisamente piu’ contenuta in quasi tutte le regioni del Mezzogiorno, con l’eccezione dell’Abruzzo dove supera l’11%”.