Orlando: “Stabilire un parametro sotto il quale non sia degno lavorare”

23

ROMA – Intervenendo al Forum PA, il ministro del lavoro Andrea Orlando ha sottolineato come la fascia di povertà sia destinata a crescere se non si pongono dei rimedi: “Lavoro povero significa pensioni povere e ingiustizie proiettate nel futuro”, è il pensiero del ministro.

“Bisogna stabilire un parametro sotto il quale non sia degno lavorare. Credo che sul salario minimo si debba andare avanti tenendo conto delle peculiarità del nostro Paese, ma avendo chiaro l’obiettivo: impedire che chi lavora resti povero”, dice Orlando.

E ancora: “Ci si meraviglia che alcune persone non siano d’accordo nell’accettare dei lavori precari a 800 €, invece ci si dovrebbe meravigliare che molti e per molto tempo lo abbiano accettato. Sono molto preoccupato del fatto che questa dinamica sta provocando la crescita di fenomeni migratori di giovani che vanno in altri Paesi sia per cercare salari più alti, sia perché altrove trovano condizioni di lavoro che si conciliano di più con le ambizioni di vita. Con questo dobbiamo fare i conti”, conclude il ministro.