Pd, Boccia: “Noi insistiamo su un presidente della Repubblica garante dell’unità nazionale”

10

ROMA – “Letta è stato è stato molto chiaro e semplice sin dal primo momento, non c’è una strategia misteriosa o i due forni”. E’ Francesco Boccia a rivendicare la ‘limpidezza’ del Pd sul Quirinale alla vigilia della direzione convocata dal segretario. “Noi insistiamo su un presidente della Repubblica garante dell’unità nazionale e per essere tale dobbiamo votarlo tutti assieme”, ha ribadito il responsabile Enti locali del Pd mostrando l’ennesimo stop alle velleità di Silvio Berlusconi: “Il centrodestra gioca sulla pelle degli italiani”.

E ancora: “Ci aspettiamo dagli altri partiti condivisione almeno sul metodo”, ha sottolineato oggi Boccia. Più delicato l’altro aspetto del ragionamento del segretario dem, che riguarda ovviamente il futuro di Mario Draghi: “Va comunque protetto e tutelato per il bene del Paese” e quindi se salisse al Colle “servirebbe una sorta di doppia elezione, un accordo contestuale anche sul nome del sostituto”. Su questo, in attesa della segreteria e soprattutto in vista della Direzione, si muovono intanto le varie aree dem.