Piano del governo contro il caro energia da 4,4 miliardi: i dettagli

21

ROMA – Un piano da 4,4 miliardi di euro per aiutare famiglie e imprese ad affrontare il rincaro dell’energia a causa della crisi in Ucraina, provocata dall’invasione da parte della Russia. Una delle misure principali del governo Draghi è la riduzione di 25 centesimi al litro del costo della benzina fino al 30 aprile grazie al taglio delle accise.

“A differenza degli scorsi provvedimenti, gran parte degli interventi di oggi non sono finanziati dal bilancio pubblico ma dalle aziende del comparto energetico. Tassiamo una parte degli straordinari profitti che i produttori stanno facendo grazie all’aumento dei costi delle materie prime e redistribuiremo questo denaro a imprese e famiglie che si trovano in grande difficoltà”, ha dichiarato il premier Mario Draghi.

Fra le altre misure in campo la rateizzazione delle bollette sino a due anni, credito d’imposta per aziende grandi consumatrici di gas ed energia.