Poker, roulette o slot machines: con le sale chiuse aumenta il livello di stress dei giocatori

MILANO – In tutte e tre le zone in cui è divisa oggi l’Italia, i giocatori sono quelli che con il lockdown sono i più infedeli in assoluto. Secondo quanto ha rilevato Incontri-ExtraConiugali.com — il portale più sicuro dove cercare un’avventura in totale discrezione e anonimato — a tradire sono 8 giocatori maschio su dieci e 7 giocatrici femmina su dieci. «Tutte le sale sono chiuse, così per mantenere alto il livello di adrenalina i giocatori d’azzardo si scaricano tradendo», sostiene Alex Fantini, fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

«Per una persona con questa abitudine — prosegue Fantini — l’impossibilità di giocare porta in molti casi all’aumento del livello di stress, dell’inquietudine e dell’aggressività, andando ad inasprire le relazioni di convivenza». Il tradimento diventa quindi una fondamentale valvola di sfogo che in molti casi consente anche di salvare il matrimonio. «Sul nostro portale gli incontri occasionali offrono infatti la massima sicurezza di non essere scoperti, consentono di ridurre il coinvolgimento affettivo e contribuiscono potenzialmente a salvaguardare le relazioni preesistenti», spiega il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

«Per alcune persone poi — soprattutto nelle zone rosse — l’adulterio è percepito come una specie di roulette russa. Per loro è come fare sesso non protetto. A spingerli è il fascino del proibito: vogliono farlo proprio perché è vietato», puntualizza Alex Fantini. Certo, nelle zone rosse si tradisce un po’ di meno rispetto a prima. «Ma non abbiamo registrato un grande calo di iscrizioni al nostro sito», precisa il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com. La maggior parte dei fedifraghi, d’altra parte, continua a preferire l’online (80%) rispetto alle conoscenze nella vita reale (20%).