Produzione industriale, Vaccarino (CNA): “Subito una politica economica che agevoli gli investimenti e riduca il costo del lavoro”

ROMA – “Ci preoccupa molto il rallentamento della produzione manifatturiera del nostro Paese. Questo importantissimo indicatore misura lo stato di salute di una delle componenti fondamentali per la creazione di ricchezza e di lavoro, e per questo motivo sarebbe molto grave sottovalutarlo. Siamo di fronte a un rallentamento che è cresciuto negli ultimi mesi. Alla debolezza della domanda interna si sono infatti aggiunti prima l’indebolimento e poi la riduzione del traino dell’export. Il disagio e il malessere fra gli imprenditori sono ormai palpabili. La fiducia nei confronti della capacità di invertire il ciclo attribuita alle misure oggi in campo si sta affievolendo”.

Lo dichiara il presidente nazionale della CNA, Daniele Vaccarino, aggiungendo: “È necessario mettersi subito a lavorare per costruire una politica economica che metta al centro la manifattura, con interventi che, agevolando gli investimenti in innovazione e in ricerca e sviluppo, e riducendo il costo del lavoro, siano in grado di accrescere la competitività del nostro sistema produttivo e di restituire fiducia nel futuro da parte di tutti gli imprenditori”.