Il progetto Timberland per St. Ambroeus FC e Centro Sportivo Cameroni

33

st ambroeus centro sportivo cameroni

Durante questi ultimi mesi, ha preso vita il progetto di Timberland con Antonio Dikele Di Stefano, autore e regista di origini angolane, a supporto di St. Ambroeus FC, presso la “Fair Play Arena” Centro Sportivo Cameroni, un’associazione sportiva dilettantistica senza scopo di lucro con sede a Milano, nel quartiere Gorla e composta per lo più da ragazzi di origine straniera richiedenti asilo.

Il progetto, scelto e promosso da Antonio, è stato il vincitore tra quattro diversi Paesi della campagna “My Community. Our Nature.” che si è svolta nella stagione FW21 a sostegno della natura e delle comunità locali, in linea con la missione di Timberland di equipaggiare e ispirare la nuova generazione a far progredire il mondo, per un futuro più verde ed equo.

L’idea, sviluppata da Antonio Dikele Distefano assieme al team di St. Ambroeus FC., è stata quella di valorizzare l’arena come luogo di aggregazione inclusivo per la comunità del quartiere e trasformarlo in uno spazio più verde.

È stato studiato un nuovo impianto di illuminazione innovativo ed ecosostenibile, un’area verde esterna dedicata agli eventi e un orto urbano.

Come prima attività Timberland ha realizzato presso il centro sportivo il suo Community Day, per cui alcuni dipendenti del brand si sono riuniti in una giornata di volontariato dove sono stati avviati i primi lavori di smaltimento e pulizia generale, come lo smistamento dei rifiuti per il riciclaggio, potatura degli spazi verdi e pulizia delle gradinate.

Il budget donato da Timberland per il progetto, ad oggi completato, è stato per la maggior parte utilizzato per sostituire il vecchio impianto di illuminazione, obsoleto e ad alto consumo, con nuove lampade ecologiche a LED che riducono le spese e permettono di avere un bassissimo impatto energetico: 8.000 watt/h contro i 44.000 watt/h del vecchio impianto hanno consentito di dimezzare i costi in bolletta e di rendere gli impianti conformi alle indicazioni del CONI emanate in materia di illuminamento artificiale.

Le risorse rimanenti sono state impiegate nella realizzazione di uno spazio green all’aperto, nell’area ricreativa, da dedicare agli eventi e all’intrattenimento. Un luogo di raccolta per i ragazzi della Fair Play Arena, costruito con materiali eco-sostenibili e di recupero.

Il giovane designer Pietro Lora, che ha seguito la progettazione e lo svolgimento della riqualifica, ha lavorato utilizzando per la maggior parte materiali dismessi presso il Centro, cercando di recuperarli e rinnovarli grazie all’aiuto dei ragazzi della squadra St. Ambroeus FC, che hanno partecipato attivamente alla riqualificazione del Cameroni.

Ad esempio, Lora ha ideato un tributo a Enzo Mari, designer e accademico italiano, partendo dalla sua opera “Autoprogettazione”, per cui sono state realizzate delle sedute composte da dei bancali di recupero.

È stato ideato anche un orto urbano, che permetterà ai ragazzi non solamente di svagarsi con la cura di un orto personale ma anche di imparare a curare uno spazio verde.

Questo progetto è stato seguito da Clinica Botanica, un vivaio urbano di piante recuperate e autoctone, che realizza un giardinaggio etico, in linea con la visione di Timberland per un mondo più verde ed equo.

Sono state piantate quindi diverse specie, come zucchine, erbe aromatiche e alcuni tipi di insalata, che sarebbero finite in discarica perché abbandonate in seguito ad eventi o recuperate, per creare un’area verde accessibile a tutti, completa di impianto di irrigazione.