Quirinale, Orlando: “Draghi non è l’unica riserva della Repubblica”

15

LA SPEZIA – “Draghi non è una personalità facilmente fungibile, ma non credo sia l’unica riserva della Repubblica e credo non lo pensi neanche lui”. Lo ha detto il ministro del Lavoro Pd Andrea Orlando, intervistato a La Spezia, commentando le parole del collega leghista dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, secondo cui il premier potrebbe sostituire Sergio Mattarella al Quirinale e continuare a “condurre il convoglio”.

“Penso che il passaggio vada gestito con grande oculatezza, ci sono molte partite aperte” ha detto Orlando a proposito della elezione del presidente della Repubblica. Sulla scelta del prossimo capo dello Stato “seguo la linea del segretario di partito, ne parliamo dopo discorso di Capodanno, nel rispetto pieno equilibri indicati dalla Costituzione”.