Quirinale, Salvini: “Molto dipende dalle ambizioni di Draghi”

20

ROMA – “Guido il primo partito in Italia, è mio dovere ascoltare ma poi prendersi la responsabilità di decidere: nel bene e nel male decido”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, ospite di “Quarta Repubblica”, su Rete 4. “Gli italiani mi pagano per decidere”, ha aggiunto, e sulla questione Quirinale ha ricordato: “Il presidente della Repubblica si decide a febbraio, ora abbiamo tre mesi di lavoro per gli italiani, che riguardano tasse e lavoro. Non faccio il toto Quirinale con tre mesi di anticipo, molto dipenderà da Mario Draghi, aspettiamo di sapere quali sono le sue ambizioni e poi decidiamo”.

Per Salvini “il centrodestra avrà il dovere di indicare il candidato alla presidenza della Repubblica”. A proposito del rischio lockdown a Natale, Salvini ha detto che “stiamo lavorando per evitarlo, come Lega stiamo portando avanti alcune proposte. Dobbiamo garantire la scuola ai bimbi, l’Italia è tra i Paesi più vaccinati al mondo. Non vedo la preoccupazione di una chiusura a Natale”. E sulla vaccinazione ai bambini: “Andiamoci molto cauti”, ha sottolineato.