Raggiunte le 500.000 firme sul referendum cannabis, Cappato: “Restiamo umili”

19

ROMA – “Restiamo umili. Perché i nemici veri sono stati attenti a non farsi ancora notare”. Così Marco Cappato (foto), tesoriere dell’associazione Luca Coscioni, commenta il raggiungimento delle 500.000 firme per il referendum sulla cannabis legale.

Emma Bonino parla di “giorno straordinario, non solo per i promotori ma anche per i cittadini. L’incredibile partecipazione dei giovani alla mobilitazione straordinaria sul Referendum Cannabis dimostra che quando gli si dà voce sono pronti ad attivarsi. La strada delle libertà è l’unica contro i sovranismi. Abbiamo raggiunto le 500mila firme. Ci siamo ma non basta. Continuate a firmare per via telematica per il referendum sulla cannabis, perché è anche una spinta politica a un parlamento che dorme da tanti anni”.