Rastrellamento del Ghetto di Roma, Berlusconi: “L’inizio di una barbarie che non possiamo e non dobbiamo dimenticare”

15

ROMA – “Nel giorno in cui ricorre l’anniversario del rastrellamento del Ghetto di Roma, abbiamo il dovere di riflettere su quella che fu l’inizio di una barbarie che non possiamo e non dobbiamo dimenticare. Questa resta una ferita indelebile non solo per l’intera comunità ebraica, ma anche per noi che ancora oggi, a distanza di 79 anni, ricordiamo ancora con dolore quella terribile tragedia”.

Lo scrive sui social il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, aggiungendo: “Il ricordo di oggi sia un monito per le nuove generazioni, affinché condannino con forza il razzismo e l’antisemitismo, atti criminali che la nostra civiltà non può tollerare in alcuna forma. Dobbiamo raccontare questa incredibile vicenda ai nostri giovani affinché, come noi, si sentano sempre vicini alla comunità ebraica e al popolo israeliano”.