Rc auto, in calo i prezzi medi dell’assicurazione

MILANO – Nel corso del primo trimestre i premi medi per l’assicurazione dell’auto sono calati: il dato di marzo si presenta a 542,09 euro, il 2,7% in meno rispetto a gennaio. Lo rileva l’Osservatorio Rc auto di Facile.it, segnalando che il calo è ancora più consistente, e pari al -5,5%, se si confronta il costo medio registrato a marzo 2019 con quello di marzo 2018, quando per assicurare un veicolo servivano, in media, 573,84 euro.

Tornando al confronto tra marzo e gennaio, il calo appare diffuso – seppure in misura differente in tutto il Paese, con l’eccezione di due regioni, dove invece le tariffe sono lievemente cresciute: in Calabria, dove il premio medio è salito dell’1,4%, e in Puglia, dove gli automobilisti hanno dovuto fare i conti con un rincaro del +0,7%.

Guardando invece le regioni dove le tariffe medie sono diminuite nel corso dei primi 3 mesi dell’anno, al primo posto si posiziona la Valle d’Aosta, che conquista un doppio primato: è l’area dove il premio medio Rc auto è sceso maggiormente (-10,5% da gennaio a marzo 2019) ed è quella dove assicurare un’auto costa meno (a marzo, in media, occorrevano 277,95 euro).

Seguono nella graduatoria l’Abruzzo, dove il premio medio pari a 452,10 euro è diminuito del 7,1%, e il Veneto, che ha registrato con un calo del 5,4% e un premio medio di 447,34 euro. In termini di valori assoluti, maglia nera d’Italia si conferma essere la Campania; nella regione, a marzo 2019, per assicurare un veicolo a quattro ruote occorrevano, in media, 935,57 euro, vale a dire il 73% in più rispetto alla media nazionale.

Unica consolazione per gli automobilisti campani è che il premio medio risulta in calo dell’1,2% rispetto a gennaio 2019 e comunque ben al di sotto di quello registrato a marzo 2018, quando il costo medio dell’RC auto aveva superato la soglia psicologica dei 1.000 euro.